Magliocchetti: black out nella centrale 118 di Latina. A Frosinone ci sarebbero state maggiori garanzie

Ieri la centrale pontina è letteralmente andata in tilt e le chiamate sono state deviate su Roma. Nel capoluogo ciociaro c'è un potente gruppo di continuità che avrebbe fornito maggiori garanzie e servizi tempestivi anche in casi eccezionali

Il consigliere comunale e provinciale di Frosinone Danilo Magliocchetti riporta con le sue parole l'attenzione su un tema che era già alla ribalta della cronaca nell'ultimo periodo: il problema del 118 e della centrale ARES.

Il black out nella sede di Latina

"Senza alcun intento speculativo, che risulterebbe del tutto fuori luogo, oltre che di cattivo gusto,  - ribadisce Magliocchetti - quello che è accaduto ieri mattina alla centrale ARES 118 di Latina deve, comunque, indurre a delle riflessioni oggettive. E’ accaduto, infatti, che a causa di un importante guasto alla rete elettrica nella zona centrale del capoluogo pontino, che ha comportato la sostituzione di un grosso cavo, si è verificato un black out che ha mandato in tilt, tra gli altri uffici, la centrale dell'Ares 118. La sede ares per diverse ore è rimasta isolata ed è scattata la procedura di "disaster recovery" che devia le chiamate su Roma, con comprensibili difficoltà nella gestione dei soccorsi. Secondo le prime informazioni, riportati dai giornali on line, l'energia elettrica "saltata" ha mandato in tilt i collegamenti, sia dei computer, che telefonici. Solo dopo diverse ore la situazione è tornata alla normalità. Ferma la imprevedibilità di un guasto importante alla rete elettrica, che può, ovviamente, capitare in qualsiasi parte d’Italia, la struttura Ares 118 di Latina ha evidenziato delle oggettive difficoltà, nell’affrontare una situazione particolare, che ha comportato la deviazione delle chiamate di emergenza su Roma,  con tutte le criticità del caso. Sembrerebbe, il condizionale è assolutamente d’obbligo, sempre da quando si apprende dai quotidiani on line, che, solo dopo diverse ore dal guasto elettrico, sia rientrato in funzione il gruppo di continuità, presso la centrale Ares di Latina.

La centrale ARES di Frosinone fornisce maggiori garanzie e tempestività

"Orbene - continua Magliocchetti- , senza voler nemmeno fare degli antipatici campanilismi, la centrale ARES 118 di Frosinone,  - sia dal punto di vista strutturale, risulta infatti che una importante sigla sindacale abbia chiesto da qualche giorno delle verifiche di conformità allo stabile che ospita la sede ares pontina, che dal punto di vista della continuità dei servizi e delle utenze, la sede di Frosinone ha, nello stabile di proprietà ASL, un potente gruppo di continuità pronto ad intervenire subito in caso di black out elettrico, - risulta oggettivamente in grado di fornire maggiori garanzie, anche di fronte a situazioni eccezionali, rispetto ad altre sedi provinciali, per tempestività, efficienza, ed efficacia di intervento. Circostanza, peraltro, ribadita dalla stessa ARES la scorsa settimana, nel piano delle performance 2017, di tutte le strutture sul territorio, laddove quella di Frosinone ha ottenuto il punteggio più alto. Ed allora, di fronte a questi dati oggettivi, se processi di razionalizzazione, di qualsiasi tipo, ed economicità di strutture, dovranno essere fatti dalla Regione Lazio,  visto anche che dagli uffici regionali si sostiene che nulla è stato ancora deciso circa la localizzazione, si pensi alla centrale unica a Frosinone, Frosinone /Latina e non viceversa, dell’Ares 118 e del NUE Numero Unico delle Emergenze. Senza adottare la ormai superata ed incomprensibile logica del ristoro, o dello strapuntino, che non serve veramente a nessuno, ma solo per garantire qualità sul territorio a due servizi importanti, come ARES e NUE". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Forte scossa di terremoto. Dopo la paura ecco le ordinanze di chiusura delle scuole

  • Operazione “Gli Intoccabili”, arrestate altre cinque persone

  • Colleferro, operaio morto nella discarica: indagato l'autista del compattatore

  • Colleferro, operaio muore all'interno della discarica di Colle Fagiolara

  • Omicidio Mollicone, la famiglia Mottola rompe il silenzio: "Innocenti, possiamo dimostrarlo"

  • Cassino, 'movida' da panico tra grida, pugni e colpi di pistola in aria

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento