Alatri, migliaia di lettere di messe in mora per l'acqua non pagata. Il sindaco scrive ad Acea

In città si è creata una situazione assurda con i cittadini che non hanno mai ricevuto la prima bolletta

In questi ultimi tempi il problema della richiesta di soldi ai cittadini da parte di Acea con l’invio di avvisi di messa in mora e di distacco del contatore sta assumendo in alcune zone della provincia di Frosinone dimensioni veramente sproporzionate. Nel solo comune di Alatri la cifra si aggirerebbe ad oltre un migliaio di utenti e per cercare di risolvere il Sindaco Giuseppe Morini ha inviato una lettera al dottor Stefano Magini presidente Consiglio d'Amministrazione ACEA -ATO5, e avente come oggetto la "Richiesta di intervento relativa all'emissione di avvisi di diffida e messa in mora nei confronti di utenti del territorio comunale".

Fatture mai pervenute

"Egregio presidente - scrive il sindaco Morini - negli ultimi giorni sono migliaia i casi di concittadini residenti nel territorio di questo Comune che si sono visti recapitare un avviso di diffida e messa in mora da parte della società da lei presieduta per il mancato pagamento delle fatture relative ai mesi precedenti.  Orbene, tali fatture, non sono mai pervenute agli utenti, per motivazioni che non riguardano la sfera dell'interesse pubblico.

Diffide assurde

Pertanto l'incolpevole utente si vede recapitare un atto formale di diffida con un ulteriore vessazione: l'aggravio del costo della procedura sulla prossima fattura. Questo si aggiunge all'annoso problema lamentato da tutti i nostri concittadini della mancata puntuale lettura dei contatori - insiste Morini - per il calcolo effettivo dei consumi. Ritenendo dover stigmatizzare con forza questo comportamento vessatorio della sua società, sono a chiederle la massima attenzione e sollecitudine nel attivare quanto in suo potere per rimediare a questa deprecabile situazione. Nel contempo - conclude la nota il sindaco Morini - la informo che, se non avremo tangibili e sostanziali riscontri nel merito, valuteremo ogni opportuna e legittima forma di costituzione dell'Ente a difesa dei propri Concittadini".  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cassino, bus tampona compattatore dei rifiuti, grave l'autista (foto)

  • Weekend in Ciociaria, cosa fare sabato 16 e domenica 17 novembre

  • Colleferro, commozione e lacrime al funerale di Giuseppe Sinibaldi (foto)

  • San Vittore, terribile schianto in A1: giovane autista perde una gamba

  • Cassino, autista ferito e trasferito dopo ore: esposto dei familiari contro il pronto soccorso

  • Fuori in permesso, non fa ritorno al carcere di Frosinone. Ricercato un pericoloso detenuto

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento