Arpino, orario scolastico, aperto il dialogo tra dirigente scolastica, genitori e Comune

Ieri l'incontro con tutti gli attori coinvolti. Preso l'impegno per la riformulazione dell'orario. Il consigliere alla Pubblica Istruzione, Giuseppe Fortuna: "Il collegio dei docenti tenga conto della reale volontà dei genitori"

Aperto uno spiraglio di dialogo tra la dirigente scolastica dell'Istituto comprensivo MT Cicerone, i genitori e l'Amministrazione comunale circa la controversa questione della rimodulazione dell'orario scolastico. Ieri pomeriggio ha avuto luogo un confronto tra tutti gli attori coinvolti nella vicenda che perdura da mesi e che ha portato alla manifestazione del 17 gennaio a cui è seguita la convocazione del Consiglio comunale straordinario.

II Consiglio comunale straordinario 

In quell'occasione il Consiglio ha deliberato "di investire nuovamente il MIUR delle problematiche emerse che destano preoccupazione sia all'interno dell'istituzione scolastica sia nella cittadinanza e di agire ed operare per la risoluzione delle problematiche emerse e per il ripristino di un clima di fiducia verso l'istituzione scolastica cittadina; fiducia che deve essere alla base del patto di corresponsabilità educativa fondata sulla partecipazione attiva dei genitori, dei docenti e del personale ATA , chiamati a confrontarsi sulla corretta, continua e leale collaborazione". Al Consiglio è seguito l'incontro tra sua eccellenza il prefetto di Frosinone ed il sindaco di Arpino, Renato Rea.

7 genitori su 10 preferiscono il vecchio orario

Finalmente qualcosa pare si stia muovendo nella giusta direzione; verrà riformulato il nuovo orario scolastico e questa volta sembrerebbe che verranno prese in considerazione anche le esigenze dei genitori. La dirigente scolastica, la professoressa Gabriella La Marca, ha infatti preso l'impegno di dare indirizzo al collegio dei docenti che stilerà il nuovo orario da sottoporre all'approvazione del Consiglio di Istituto, il tutto anche in tempi rapidi. Sicuramente prima del 6 marzo quando scadranno i termini per il ricorso al Tar per impugnare la delibera del 7 gennaio che si basava sull'ormai noto sondaggio del 27 dicembre  riservato solo ad alcune classi. Un sondaggio poco verosimile, ripetuto a gennaio a ridosso della manifestazione, ma questa volta coinvolgendo la quasi totalità dei genitori che si sono espressi a favore del vecchio orario; ben 7 su 10 hanno espresso la propria contrarietà rispetto alla rimodulazione.

Ed è proprio su quest'ultimo sondaggio che il consigliere con delega alla pubblica Istruzione, Giuseppe Fortuna, presente all'incontro di ieri, si è fatto promotore di una mediazione tra le parti chiedendo di azzererare la discussione e di far convocare il collegio docenti che alla luce dei nuovi fatti, riformuli una proposta di organizzazione oraria da sottoporre al consiglio di Istituto. "Sono contento dell'apertura da parte della scuola - ha commentato Fortuna - si tratta indubbiamente di un fatto importante e positivo. Confido che il collegio dei docenti saprà formulare una proposta di articolazione oraria che tenga presenta la migliore didattica per i ragazzi, le esigenze del territorio e le preferenze dell'utenza". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Pontecorvo, incidente di via Leuciana, perde la vita l'autotrasportatore Tommaso Pulcini

  • Due carabinieri investiti da una macchina che ha forzato il posto di blocco

  • Il Magicland pronto per la nuova stagione ma scompare la parola Valmontone, una sconfitta della classe politica locale

  • Pontecorvo, dopo lo schianto di ieri sera in via Leuciana muore anche Luca Forte

  • Cassino, cade in un tombino lasciato aperto e si rompe la faccia

  • Valmontone-Artena, violento scontro tra autocisterna ed una macchina. Traffico in tilt su via Ariana

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento