Cassino, in cinquemila per la Maratona di Primavera (foto)

Un appuntamento tradizionale che ha raggiunto quasi i trenta anni di vita e che raccoglie sempre molto seguito tra i cassinati

Ventinove anni di sport ed aggregazione, divertimento e senso civico. L'appuntamento con la Maratona di Primavera a Cassino, che sta per compiere il suo terzo decennale, è stato anche questa volta un successo targato Cus e Carmine Calce. Un 25 aprile festeggiato in maniera sana da migliaia di cassinati che si sono dati appuntamento all'ingresso della Villa Comunale. Pettorina, palloncino e cappellino d'ordinanza e poi via, a passeggio per sei chilometri lungo le vie della città martire.

Al via anche le persone che rappresentano le istituzioni

Ai posti di partenza, come ogni anno, le persone che rappresentano le Istituzioni. Ai nastri di partenza il presidente del Cus Cassino Carmine Calce, Per l'abbazia di Montecassino, per conto del padre abate dom Donato Ogliari, in scarpette da ginnastica c'era un effervescente don Luigi. Il Comune era rappresentato dal prefetto e commissario Benedetto Basile e dal vice commissario Malandrucco. Per la Regione Lazio c'era il presidente della commissione Sport e Cultura, l'onorevole Pasquale Ciacciarelli mentre la Banca Popolare del Cassinate, sponsor ufficiale della maratona, era rappresentanta dal vice presidente Donato Formisano in tuta biancazzura, laziale come pochi. Tutti in cammino. Non solo a piedi ma a bordo di biciclette, con i pattini a rotelle, con passeggini e cani al guinzaglio. Una vera delle famiglie e della città.

Le forze dell'ordine

Un ringraziamento pubblico è doveroso nei confronti delle forze dell'ordine che hanno 'scortato' il cammino dei maratoneti. Carabinieri, Polizia e Guardia di Finanza unitamente alla Polizia Locale hanno fatto si che tutto filasse per il verso giusto. Mentre a rifocillare i partecipanti ed a prestare loro un eventuale soccorso c'erano i volontari della Protezione Civile di Cassino e quelli della Croce Rossa. Tra i partecipanti anche tanti rappresentanti delle passate amministrazioni: dall'ex sindaco Giuseppe Golini Petrarcone, candidato alle prossime amministrative, all'ex presidente del consiglio Massimiliano Mignanelli.

Oltre cinquemila persone

Le oltre cinquemila persone e centinaia di famiglie che hanno invaso le strade di Cassino in tuta e scarpette hanno rivolto un caloroso plauso al presidente del Centro Universitario Sportivo, professor Carmine Calce, che con tenacia e determinazione dal 1990 organizza l’evento che è ormai diventato l’icona del 25 aprile di Cassino e che si è aggiudicato il primato di manifestazione sportiva più longeva del Lazio Meridionale. Tanti i bambini e le scuole presenti: oltre alle Stimmatine, alla San Benedetto, al primo, secondo e terzo circolo alla kermesse hanno preso parte ieri anche molti studenti dei paesi del circondario.

"Facciamo fiorire la pace nella città per il mondo”: anche per questa 29esima edizione della maratona di primavera, questo è stato lo slogan che ha fatto da cornice all’evento. La pace – spiega Carmine Calce - è un’azione verso gli uomini, le donne e i bambini. E proprio per ribadire il valore della pace, nel mese appena trascorso con i nostri atleti abbiamo fatto brillare la fiaccola benedettina, simbolo di pace in tutto il Mondo. I nostri tedofori, ancor prima che bravissimi atleti, sono dunque stati testimoni di pace nel mondo. In qualità di presidente del Cus Cassino non posso che essere orgoglioso di loro, e a loro, oggi, rivolgo pubblicamente i miei complimenti e i miei ringraziamenti. Oggi, nel 74° anniversario della Liberazione è infatti importante sottolineare il valore della pace. E la pace, come lo sport, si inizia a praticare in casa. Lo sport si rivela, senza dubbio, un metodo molto efficace per conseguire la pace, perché va oltre qualsiasi differenza di lingua, razza, religione o opinione politica. Ecco, dunque, che la maratona di primavera – da 29 anni fiore all’occhiello della città di Cassino – è una manifestazione che unisce, in una sola giornata, i valori sani dello sport, con quelli della pace".

La voce ufficiale dell'intera manifestazione è stata quella dello speaker Egidio Franco.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • I dettagli del tentato omicidio. Dopo la discussione, lo sparo alla testa mentre era in auto

  • Fiuggi, spaccio tra i vicoli del centro anche a minorenni. Ecco chi sono i quattro arrestati

  • Piedimonte, in carcere per anni da innocente ottiene il risarcimento dei danni

  • Pensava di essere povero, invece era titolare di ben nove ditte di trasporti, disabile raggirato

  • Cassino, gli arriva una cartella da oltre 1000 euro dopo una firma di un corriere

  • Morolo, scontro tra auto e bus, Ivan De Santis di 27 anni non ce l'ha fatta

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento