Castro dei Volsci, sale la protesta per la puzza ed i dati dei medici non sono incoraggianti

Per questa vicenda che va avanti da giorni sono scesi in campo l'associazione Medici di Famiglia per l'Ambiente di Frosinone e Civis di Ferentino, entrambe le associazioni hanno chiesto l’intervento della Provincia e del Comune

Odori nauseabondi nell'area di Vallefratta in territorio di Castro dei Volsci, monta la protesta. Sulla vicenda sono scesi in campo l'associazione Medici di Famiglia per l'Ambiente di Frosinone e Civis di Ferentino. Entrambe le associazioni hanno chiesto l’intervento della Provincia e del Comune.

La richiesta di intervento della Provincia

L’Associazione Medici di Famiglia per l’Ambiente di Frosinone e Provincia ha raccolto l’istanza degli abitanti di Castro dei Volsci, residenti nell’area di Vallefratta, interessati da notevoli e ripetitive emissioni odorigene. Con l’ausilio tecnico dell’Associazione Civis di Ferentino, è stata presentata formale richiesta di intervento alla Provincia di Frosinone ed al Sindaco di Castro dei Volsci. Nell’istanza si è chiesto di disporre nuove e più stringenti prescrizioni all’azienda che, con tutta probabilità, sarebbe la  fonte delle emissioni.

La tipologia delle emissioni

Considerata la tipologia dell’industria sospetta, le emissioni prevedibilmente rappresentate sono: NH3, Ammoniaca, Acido Solfidrilico, Biossido di Azoto, Bioaerosol, Composti organici volatili, PM10 primarie e secondarie, PM 2,5 primarie e secondarie, oltre emissioni odorigene mal sopportabili. Le patologie dipendenti dall’esposizione agli inquinanti di cui sopra sono costituite da: iperreattività bronchiale, infiammazione acuta e cronica delle vie respiratorie, tosse, wheezing, respiro affannato e/o diminuzione della funzione polmonare. Preso atto della possibilità patogena respiratoria degli inquinanti sovraindicati e dell’emergere, qualche mese fa, di problematiche sanitarie di ordine ovviamente respiratorio, da parte di abitanti della zona di Vallefratta, l’Associazione Medici ha inteso, su richiesta di un gruppo di cittadini, studiare e valutare la funzionalità respiratoria dei residenti nelle diverse frazioni del paese di Castro dei Volsci, dislocate a diversa distanza dall’azienda sospetta.

La prova su 120 abitanti

"120 abitanti di cui 65 afferenti in zona Vallefratta e 55 afferenti in altre frazioni del paese, sono stati sottoposti a Prova di Funzionalità Respiratoria.  Prova dalla quale - scrivono i componenti dell'associzine dei medici - sarebbe emerso che: la percentuale di abitanti della frazione di Vallefratta, vicino quindi l’opificio, che ha presentato problemi ventilatori, è stata del 57%. Il 22% dei colpiti ha presentato un’alterazione funzionale medio grave. Per le donne partecipanti alla valutazione, si è rilevato che, le stesse, pur non essendo fumatrici, sono risultate affette da problematiche patologiche respiratorie, verosimilmente a causa della stanzialità delle stesse, trattandosi di non lavoratrici che trascorrono il proprio tempo, prevalentemente nel luogo abitativo. Si precisa, peraltro, che una sola persona delle 65 totali esaminate in Vallefratta, è risultata fumatrice. Il dato suggerisce e sottolinea come le problematiche patologiche respiratorie riscontrate siano verosimilmente ascrivibili a fattori genetici e/o ambientali e null’altro.

Le altre problematiche

Nelle altre zone del Comune, il campione ha mostrato una percentuale del 43% di abitanti con problemi ventilatori, lontano dal 57% di Vallefratta e di gravità mediamente inferiore rispetto a quanto rilevato in Vallefratta. Peraltro, va aggiunto, che la percentuale di fumatori tra gli abitanti delle altre zone del paese è stata decisamente superiore e pari all’ 8%. Ciò suggerisce che, in tali casi, ci sia stata anche l’azione patogena di altri fattori, quali il fumo, nella genesi delle affezioni respiratorie riscontrate, a differenza di Vallefratta dove, ripetiamo, la percentuale di fumatori era vicina allo zero e quindi con l’azione del fumo per nulla incidente sull’insorgenza delle malattie".

Le Associazioni ed i residenti sono pronti ad avviare altre azioni sul piano giudiziario ed amministrativo nel caso in cui la richiesta d’intervento dovesse risultare senza riscontri

Potrebbe interessarti

  • Il ricordo di Nadia Toffa: quella volta che parlò dei tumori della Valle del Sacco

  • Ferentino, gioca un euro al "Million Day" e si porta a casa un milione

  • Cassino, ecco le zone dove lunedì 19 e martedì 20 mancherà l'acqua

  • Non è una provincia per turisti, il Sole 24 Ore spedisce la Ciociaria in fondo alla classifica nazionale

I più letti della settimana

  • Sora, l'ultimo straziante saluto a Stella tra gli amici e le rose bianche (video)

  • Trovato morto in un lago di sangue dall'anziana mamma, fissati i funerali di Corrado Romoli

  • Cassino-Formia, con l'auto sullo spartitraffico. Grave una ragazza di 24 anni

  • Segni, la città piange il caro Giampaolo Tummolo

  • San Cesareo, presunto caso di malasanità dietro la morte dell'ex sindaco Panzironi. Disposti i funerali

  • Sora, l'omelia 'sovranista' di don Donato durante la processione di San Rocco (video)

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento