Coronavirus in Ciociaria, in Orizzonte Shop un caso positivo. Chiusi i punti vendita

Chiusi per precauzione i negozi presso cui il diretto interessato, posto in isolamento domiciliare, ha effettuato sopralluoghi recentemente

"Purtroppo - recita un comunitato ufficiale di Orizzonte Shop - dobbiamo confermare la positività al Coronavirus covid-19 da parte del gestore di diversi punti vendita a livello regionale. Precisiamo che alla comparsa dei primi lievi sintomi si era già attenuto scrupolosamente alle prescrizioni dettate dal protocollo sanitario, ponendosi volontariamente in isolamento fiduciario e segnalando il proprio stato di salute alle autorità competenti. Dobbiamo, altresì, smentire categoricamente notizie diverse da quanto sopra riportato. A tutela dei nostri dipendenti, dei clienti e della collettività intera, riteniamo comunque opportuno procedere alla chiusura prudenziale dei nostri punti vendita presso i quali ha effettuato sopralluoghi, anche di breve durata e con limitati contatti, prima dell'insorgere dei primi sintomi influenzali. Ci stringiamo tutti attorno a lui augurandogli una pronta guarigione". In provincia di Frosinone, com'è noto, i punti vendita di Orizzonte sono quelli del Capoluogo (Via Ecetra, lungo la Sr Monti Lepini) e di Ferentino (Via Casilina). (Aggiornamento 21/03/2020, ore 9:00)

Tutti i bollettini del Coronavirus in Ciociaria
24 casi positivi all'interno dell'RSA San Raffale di Cassino. Scatta l'isolamento

Aggiornamento 20/03/2020, ore 20:30

Dal Comune di Supino: "Mi hanno appena comunicato il 2° caso di positività al COVID-19 nel nostro paese - scrive il Sindaco Gianfranco Barletta - Non è consentito dare ulteriori informazioni, trattandosi di dati sensibili e riservati, che non sarebbero di alcuna utilità. Non serve a nulla scatenare la caccia agli untori se non a far soffrire di più chi già soffre molto. Le persone interessate sono in isolamento. Ricordo ancora una volta che siamo tutti impegnati in questa dura lotta, fate quanto vi viene ripetuto di continuo, state in casa.

Aggiornamento 20/03/2020, ore 20:30

Dal Comune di Alatri:  "In attesa dei dati ufficiali dalla Prefettura - avvisa il Sindaco Giuseppe Morini - mi é stato anticipato che un altro nostro concittadino è risultato positivo al Coronavirus. Si tratterebbe questa volta di un giovane. Quindi il totale sale a quattro casi accertati. Ancora vi ripeto che l'unico modo di arrestare il contagio è restare a casa. State a casa! Infine, ricordo che il Comune ha attivato un servizio di spesa a domicilio e assistenza. Se avete bisogno chiamateci e noi verremo, il numero è questo 0775 448451 dal lunedì al sabato dalle 9.00 alle 13.00 e dalle 15.00 alle 17.00". 

Aggiornamento 20/03/2020, ore 20:00

Dal Comune di Arce: "Volevo concludere questo mio intervento - ha detto il Sindaco Luigi Germani nel video in basso - facendovi presente che ci sono gli organi istituzionali per sapere le persone che hanno problemi con il Coronavirus. Ad Arce sono sei. Alcuni sono a casa in quarantena obbligata e alcuni sono ricoverati presso lo Spallanzani di Roma. Nessuno dei sei è in gravi condizioni. Tutto sotto controllo e tutto monitorato". 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Aggiornamento 20/03/2020, ore 19:00

Il bicchiere mezzo pieno di giornata rispetto al "Coronavirus in Ciociaria" è quello relativo a due notizie: innanzitutto, la bimba di 4 anni di Vico nel Lazio, primo caso riguardante un pargolo in provincia di Frosinone, è stata trasferita presso la sede di Palidoro dell'Ospedale Bambino Gesù e sta bene; a seguire, poi, il dato che negli ultimi nove giorni ha visto passare da 321 a 123 le persone poste in sorveglianza sanitaria domiciliare. Ben 198, dunque, che non sono risultati contagiati. In quanto alla piccola vichense, uno dei tre casi del paese amministrata dal Sindaco Claudio Guerriero, l'Assessorato regionale alla Sanità ha difatti fatto sapere che "tutti i bambini positivi sono in buone e stabili condizioni".

Aggiornamento 20/03/2020, ore 18:45

Dal Comune di Arpino: "Se nelle regioni del nord-Italia il fenomeno ha assunto proporzioni drammatiche - comunica il Sindaco Renato Rea - anche nel Lazio la situazione è destinata a peggiorare se non facciamo tutti con coscienza la nostra parte. Ad Arpino i casi di positività sono diventati tre ed i tamponi effettuati (anche se fortunatamente sono risultati negativi) sono ormai decine. Forse nei prossimi giorni verranno emanate dal Governo norme più restrittive per cercare di arginare il problema, ma nessuna norma sarà mai efficace se non viene recepita dalla popolazione. Avremo tempo per le nostre passeggiate a piedi o in bicicletta, per le corse e gli incontri conviviali; dobbiamo solo capire che questo tempo tarderà ad arrivare se i nostri comportamenti non saranno consoni.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Aggiornamento 20/03/2020, ore 18:00

Dal Comune di Civitanova del Sannio (Isernia): "Chiunque si fosse recato negli ultimi 20 giorni presso la struttura Neuromed di Pozzilli (dove sono risultati per ora positivi 8 pazienti, ndr), per qualsiasi motivazione (lavoro, studio, visite ecc.), è pregato di segnalarlo con la massima urgenza ai seguenti numeri: 0874.313000 o 0874.409000". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Malore fatale lungo la strada per Montecassino, muore Enio Spirito

  • Pontecorvo, muore giovane finanziere, comunità sotto choc

  • Ceccano, è Marcello Pisa il morto trovato nel carrello. Nuovi dettagli raccapriccianti

  • Ceccano, Marcello Pisa morto non lontano dal carrello in cui è stato trovato

  • Scandalo alla Croce Rossa, il presidente denuncia ammanchi per 300 mila euro

  • Cassinate, terribile schianto nella notte: grave coppia di fidanzati

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento