Coronavirus in Ciociaria: non uno ma due morti. In tutto 167 positivi, anche alla Città Bianca

Un decesso all'Ospedale Spaziani di Frosinone oltre a quello già appreso del 62enne di Gallinaro, connesso all'RSA San Raffaele di Cassino. Come quest'ultima, posta in isolamento anche la Casa di Cura di Veroli per via di tre pazienti contagiati

L'Istituto Neurotraumatologico Italiano (INI) Città Bianca di Veroli

Nel bollettino del 22 marzo, pubblicato dalla task force regionale per il Covid-19, si sono registrati 22 nuovi casi positivi (quindi in tutto 167) e, purtroppo, non solo il già appreso decesso del 62enne di Gallinaro, connesso all'RSA San Raffaele, bensì anche quello di una 78enne morta all'Ospedale Spaziani di Frosinone. "Entrambi - hanno evidenziato dall'Assessorato regionale alla Sanità - con pluripatologie pregresse".

Con tale bollettino, inoltre, si è ribadito che la suddetta struttura riabilitativa cassinate è in isolamento e, a proposito di sgradite novità, "si ravvisano criticità - recita la nota - anche alla Casa di Cura INI-Città Bianca di Frosinone (in realtà, di Veroli, ndr). Per "criticità" si intendono 3 casi positivi al Covid-19 tra i pazienti dell'Istituto Neurotramutologico verolano, posto in isolamento al pari dello stesso San Raffaele di Cassino. Oltre a questi, inoltre, "altri tre casi accertati di contagio per cittadini di Alatri - ha comunicato il Sindaco Giuseppe Morini - Purtroppo uno di questi è deceduto per cause ancora da accertare. Rivolgo, ai familiari e agli amici tutti della persona deceduta, le mie più sentite condoglianze, esprimendo la vicinanza di tutta la Comunità cittadina".

Il Primo Cittadino di Cassino Enzo Salera, invece, ha parlato di "due soli nuovi casi presso la struttura ospedaliera Santa Scolastica: il primo relativo a un cittadino di Cassino ricoverato da alcuni giorni in isolamento e risultato positivo soltanto al terzo tampone; il secondo caso è un cittadino di un Comune limitrofo arrivato al Pronto Soccorso del Santa Scolastica anch'esso positivo. Per quanto riguarda, invece, la Casa di Cura San Raffaele nessun nuovo caso è emerso nella giornata di oggi, per cui degli otto casi positivi che risultavano ieri, oltre ai quattro operatori sanitari, purtroppo nel corso della notte è deceduto uno di questi pazienti che era un cittadino di un Comune limitrofo a Cassino (il 62enne di Gallinaro, ndr)". (Aggiornamento ore 18:00) 

Tutti i bollettini del Coronavirus in Ciociaria
VIDEO | Cassino zona rossa? Il Sindaco: “Decidono Asl e Prefettura di Frosinone”
24 casi positivi all'interno dell'RSA San Raffale di Cassino. Scatta l'isolamento
In Orizzonte Shop un caso positivo. Chiusi i punti vendita

La conferme dal Comune di Veroli 

"Mi hanno comunicato - ha postato il Sindaco Simone Cretaro sulla pagina social dell'ente - che sono stati accertati altri 3 casi di persone positive al virus Covid-19. Si tratta di pazienti ricoverati nella RSA della Casa di Cura Ini Città Bianca. È stato predisposto l’isolamento dei pazienti e sono state intraprese tutte le azioni previste dalla normativa vigente per la verifica di eventuali altri contagi. I responsabili della struttura sono in contatto costante con gli organi competenti e con l’ASL di Frosinone per il monitoraggio della situazione e per la messa in atto di eventuali misure, che saranno prontamente comunicate". (Aggiornamento ore 17:00)

Il deceduto al San Raffaele di Cassino

Il 62enne di Gallinaro, risultato positivo al Coronavirus, è morto all'interno dell'RSA San Raffaele di Cassino, dov'era ricoverato da tempo per via di patologie pregresse. Si tratta dell'ottavo deceduto con Covid-19 in provincia di Frosinone nonché del terzo connesso alla Residenza Sanitaria Assistenziale posta da giorni in isolamento. Gli altri due scomparsi, che erano anch'essi in riabilitazione presso la Casa di Cura cassinate, sono un 89enne molisano e un coetaneo di Cassino, trasferiti in un secondo momento, rispettivamente, presso l'Istituto Spallanzani di Roma e l'Ospedale Santa Scolastica della Città Martire. (Aggiornamento ore 14:30)

Negli altri Comuni colpiti dagli ultimi casi positivi

Tra gli ultimi 22 contagiati, nell'ordine, ci sono anche il terzo caso di Pontecorvo, il quattordicesimo di Sora, il secondo di Fontechiari, il primo di Collepardo e il secondo di Ripi, appresi attraverso le amministrazioni comunali guidate, nell'ordine, dai Sindaci Roberto De Donatis, Pierino Serafini, Mauro Bussiglieri e Piero Sementilli. Il Primo Cittadino Serafini è già posto in isolamento da giorni in quanto entrato a contatto con la prima cittadina fontechiarese infetta. 

"Arrivata la conferma del secondo caso di positività al Coronavirus nel nostro paese - così dal Comune di Ripi l'Amministrazione Sementilli - Si tratta di un paziente collegato al primo caso facente parte dello stesso nucleo familiare. L’Asl di Frosinone sta monitorando la situazione e la messa in atto di eventuali misure, che saranno prontamente comunicate". (Aggiornamento ore 21:00)

"Mi hanno informato - ha comunicato il Sindaco di Collepardo Bussiglieri - che un nostro concittadino, ricoverato ieri, è stato riscontrato positivo al test Covid-19. Poichè già da ieri ci eravano attivati per conoscere le persone con le quali è stato in contatto, posso rassicurarvi che le stesse sono state poste tutte in quarantena dalla Asl. Al nostro concittadino ed ai suoi familiari gli auguri di una pronta guarigione". (Aggiornamento ore 15:30)

"Diverse situazioni sotto controllo dalla Asl - hanno reso noto dal Comune di Sora dopo l'ormai consueto video-intervento giornaliero del Primo Cittadino De Donatis - Oggi, domenica 22 marzo, un nuovo caso positività al Coronavirus: un cittadino sorano di 52 anni ricoverato presso lo “Spaziani”. I contagi avuti fin ora non fanno pensare a focolai". (Aggiornamento ore 12:30)

"Mi rivolgo ancora una volta a voi - ha scritto il Sindaco di Fontechiari Serafini - per comunicare che questa pandemia sta cominciando a diffondersi nel nostro paese. Da poco mi è stata comunicata la notizia di un secondo caso di positività al coronavirus. Si tratta di un nostro concittadino che non ha avuto contatti con il precedente caso e attualmente è ricoverato in discrete condizioni di salute". (Aggiornamento ore 12:30)

"Sono stato informato dalle autorità sanitarie - ha fatto sapere il Sindaco di Pontecorvo Rotondo  alle 8:30che c’è un terzo positivo al Covid-19. Un operatore sanitario, ricoverato, in condizioni ritenute soddisfacenti. I familiari sono in quarantena come da protocollo". A seguire "un quarto caso di positività a Pontecorvo - ha aggiunto alle 18:00 - Operatrice sanitaria presso ospedale di Cassino, sta bene. E' asintomatica. La paziente è in buone condizioni". Pertanto, un uomo e una donna, entrambi operatori sanitari. 

La situazione a Cassino

Nella serata di ieri, sabato 21 marzo, si è tenuto un vertice in materia di Coronavirus a Cassino e in videoconferenza con l'Assessore regionale alla Sanità Alessio D'Amato. Vi hanno preso parte, oltre al Sindaco Enzo Salera e al Dirigente comunale Mario La Storia, il Prefetto di Frosinone Ignazio Portelli, il Direttore Generale della Asl Stefano Lorusso, il Comandante provinciale dei Carabinieri Fabio Cagnazzo, il Dirigente del Commissariato locale Raffaele Mascia e il Comandante della Compagnia cassinate dell'Arma Ivan Mastromanno.

Una riunione voluta a fronte della forte preoccupazione in città derivante dai 24 casi positivi accertati all'interno della Residenza Sanitaria Assistenziale San Raffaele. Una situazione che, d'altro canto, ha spinto il Vicepresidente provinciale di Fratelli d'Italia Gabriele Picano e il Consigliere regionale Pasquale Ciacciarelli, tra gli altri, a richiedere con forza la dichiarazione di Cassino come zona rossa al pari di Fondi, un pezzo di Ciociaria Storica

Lo stesso Salera, però, ha già reso noto che in tale Casa di Cura si trovano attualmente 8 pazienti in isolamento, tra cui l'ormai deceduto 60enne di Gallinaro, mentre 4 operatori sanitari sono stati posti in quarantena. Tutti gli altri erano stati già trasferiti in altre strutture. Tra i casi connessi al San Raffaele, infine, non vanno dimenticati l'89enne molisano e il coetaneo di Cassino che sono deceduti nei giorni scorsi e rientrano tra i sette morti con Covid-19 in provincia di Frosinone.   

Dal Sindaco Enzo Salera

"Durante l'incontro - ha relazionato il Primo Cittadino di Cassino - abbiamo analizzato i dati che avevo già comunicato in giornata e abbiamo fatto una teleconferenza con l'Assessore regionale alla Sanità Alessio D'Amato con cui abbiamo analizzato tutta la situazione. Ringrazio tutte le Istituzioni che hanno capito il momento complesso che la nostra città sta attraversando e la preoccupazione dei tanti cittadini di Cassino e del Lazio Meridionale".

"Si stanno prendendo tutte le decisioni che i protocolli prevedono in questi casi, in particolare relativamente alla struttura e al personale del San Raffaele che resta comunque isolato. È evidente che siamo in prima linea per fronteggiare il virus insieme alle massime autorità provinciali e regionali".

"In questi momenti bisogna agire - ha concluso il Sindaco Salera - non avendo colpi di testa ma avendo la capacità e la forza di collaborare con le massime Istituzioni sanitarie, governative e delle forze dell'ordine. Non mi stancherò mai di ricordarlo, in momenti come questi ogni decisione va concordata con le altre Autorità in campo. Lo abbiamo già detto ma è importante che i cittadini della nostra città ma anche dell'intero territorio che gravitino su Cassino siano in casa ed evitino contatti e quindi il contagio".

Coronavirus in Ciociaria: guarigioni e decessi 

A livello provinciale, oltre a 3 persone guarite - una 65enne di Fiuggi, primo caso ciociaro; un paziente ristabilito dallo scorso 13 marzo e una 68enne di Sora - purtroppo nove morti: nell'ordine, un 85enne di Ceprano, un 89enne molisano, il 54enne e noto commerciante Marco Tricarico di Supino, una 79enne cepranese (moglie del suddetto 65enne), il 63enne ex finanziere Gaetano Del Greco e un 89enne di Cassino, un 70enne di Frosinone, un 60enne di Gallinaro e una 78enne deceduta all'Ospedale Spaziani di Frosinone.    

Si ricorda che nei bollettini del "Coronavirus in Ciociaria" non sono incluse le persone risultate infette in un territorio non di competenza della Asl di Frosinone. Per ora, un 31enne di Sorail primo caso di Piglio, rispettivamente accertati con Covid-19 presso il Policlinico di Tor Vergata e l'Ospedale di Colleferro (Asl Roma 5). Ad oggi, stando ai bollettini regionali, sarebbero complessivamente 169 i ciociari o individui risultati contagiati in provincia di Frosinone. Tra questi, togliendo le nove persone decedute nonché le tre guarite, sarebbero 157 quelli ancora positivi. 

La redazione di FrosinoneToday.it ribadisce che continua a riportare esclusivamente casi di contagio da Coronavirus confermati dalle autorità sanitarie, dalle strutture ospedaliere o dai Sindaci della provincia di Frosinone (autorità sanitarie locali). 

I contagiati divisi per città di provenienza o ospedale di ricovero (Aggiornamento ore 15:30)

I casi connessi all'RSA San Raffaele e all'Ospedale Santa Scolastica di Cassino e i 97 identificati dei 169 casi accertati dall'Assessorato alla Sanità regionale

RSA San Raffaele di Cassino: complessivamente 24 persone, di cui 17 pazienti, 4 operatori sanitari e 3 persone che erano state dimesse nelle settimane precedenti e risultate positive successivamente in altre strutture. Attualmente ci sono 7 pazienti isolati all’interno della Casa di Cura San Raffaele, tra cui una 90enne di Pontecorvo, in quanto gli altri erano stati trasferiti in precedenza, e 4 operatori sanitari posti in quarantena. Alla struttura sono connessi tre deceduti, ovvero un 89enne molisano (trasferito all'INMI Spallanzani di Roma), un 89enne di Cassino (trasferito al Santa Scolastica) e un 60enne di Gallinaro. Una situazione che ha provocato il blocco delle accettazioni, l'isolamento e un'indagine epidemiologica all'interno della Residenza Sanitaria Assistenziale. 

Ospedale Santa Scolastica di Cassino: inizialmente 16 pazienti, di cui 5 provenienti dalla RSA San Raffaele di Cassino. Gli altri 11 pazienti, di cui 10 residenti a Cassino, sono stati trasferiti in altre strutture. A seguire si sono registrati altri due casi positivi: un cittadino di Cassino, ricoverato da alcuni giorni in isolamento e risultato positivo soltanto al terzo tampone; un cittadino di un Comune limitrofo arrivato al Pronto Soccorso del Santa Scolastica. In generale, erano già stati associati al Santa Scolastica altre due persone in età avanzata (l'una spostata presso l'Ospedale Spaziani di Frosinone e l'altra allo Spallanzani di Roma), un 77enne e una 91enne (trasferiti anche loro allo Spallanzani di Roma), una 82enne trasferita al Reparto di Rianimazione dello Spaziani di Frosinone, un operatore sanitario. In aggiunta, i deceduti cepranesi un 85enne e una 79enne di Ceprano, marito e moglie, nonché una 59enne di Sant'Elia Fiumerapido trasferita al Reparto di Rianimazione di Frosinone, e una 77enne di Pontecorvo spostata allo Spallanzani di Roma. 

Sora (14): oltre a a un 31enne accertato presso il Policlinico Tor Vergata, una 68enne (ora guarita), un operatore sanitario, un 82enneun 71enne trasferito allo Spaziani di Frosinone, una 32enne e altre quattro persone, nonché una 78enne, una 67enne, un 78enne e un 52enne.  

Cassino (13): il deceduto ex finanziere 63enne Gaetano Del Greco, un 89enne connesso all'RSA San Raffaele e 11 ex o attuali pazienti del Santa Scolastica. 

Veroli (8): otto persone, tra cui l'Abate di Casamari, in condizioni gravi ma stabili presso il Reparto di Terapia Intensiva di Frosinone, e tre pazienti dell'INI Città Bianca.  

Alatri (7): dopo il primo, confermati dapprima altri due casi, poi quello che riguarda un giovane del posto e, infine, gli ultimi tre, tra cui un deceduto.  

Anagni (5): cinque persone, tra cui un dipendente del Comune di Torre Cajetani, ancora chiuso per quarantena visti gli imprecisati casi di positività resi noti dalla Sindaca Maria Letizia Elementi. 

Ceprano (5): due deceduti, un 85enne e una 79enne di Ceprano, marito e moglie, inizialmente in riabilitazione all'Ospedale Santa Scolastica di Cassino; un 47enne (presso Reparto Malattie Infettive dell'Ospedale Spaziani di Frosinone); la figlia 59enne dei suddetti deceduti; un 64enne ricoverato presso lo Spaziani di Frosinone. 

Pontecorvo (4): una 77enne, trasferita dal Santa Scolastica di Cassino allo Spallanzani di Roma, una 90enne in isolamento al San Raffaele di Cassino e due operatori sanitari (un uomo e una donna, quest'ultima dipendente del Santa Scolastica di Cassino). 

Vico nel Lazio (4): quattro persone, tra cui una bimba di 4 anni trasferita all'Ospedale Pediatrico Bambino Gesù di Roma (sede di Polidoro). 

Arpino (3): tre persone, tra cui un pensionato

Fiuggi (3): una guarita 65enne (primo caso ciociaro), sua figlia (asintomatica) e una 71enne (presso Reparto Malattie Infettive dell'Ospedale Spaziani di Frosinone).

Piedimonte San Germano (3): un 44enne (di ritorno da Torino), un altro caso di sicuro non collegato al primo e, per ora, l'ultimo della serie

Alvito (2): una persona e un'altra 50enne.

Fontechiari (2): due persone, tra cui una cittadina entrata in contatto anche con il Sindaco Pierino Serafini, posto in isolamento. 

Giuliano di Roma (2): moglie e cognata del Sindaco Adriano Lampazzi

Isola Liri (2): un 60enne e un'anziana.

Piglio (2): due persone, l'uno accertato dalla Asl Roma 5 (Ospedale di Colleferro)l'altro dalla Asl di Frosinone.

Ripi (2): due persone dello stesso nucleo familiare.

Supino (2): due persone, tra cui il deceduto 54enne e noto commerciante Marco Tricarico

Torrice (2): due persone

Arce (1): studente universitario 32enne, residente e in isolamento domiciliare a Roma. Il Sindaco Germani, però, ha fatto sapere che ci sono "persone che hanno problemi con il Coronavirus. Ad Arce sono sei. Alcuni sono a casa in quarantena obbligata e alcuni sono ricoverati presso lo Spallanzani di Roma". 

Castelliri (1): una persona.

Cervaro (1): un 70enne ricoverato presso lo Spaziani di Frosinone. 

Collepardo (1): un cittadino. 

Ferentino (1): una persona.

Frosinone (1): un deceduto 70enne.

Gallinaro (1): un deceduto 62enne connesso all'RSA San Raffaele di Cassino.  

Ospedale Spaziani di Frosinone (1): una deceduta 78enne.

Sant'Andrea del Garigliano (1): una persona trasferita allo Spallanzani di Roma.

Sant'Elia Fiumerapido (1): una 59enne, trasferita dal Santa Scolastica di Cassino alla Rianimazione di Frosinone in gravi condizioni.  

Settefrati (1): un 61enne.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Trivigliano (1): un 90enne ricoverato presso lo Spaziani di Frosinone. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Le tolgono i figli, va in Comune e tenta di strangolare l'assistente sociale

  • Gratta un biglietto 'miliardario' e vince 500 mila euro

  • Tragico incidente nella notte, muore un 37 enne di Colleferro

  • Colpaccio della Polizia, imprenditore arrestato con un chilo di cocaina e una pistola

  • Dipendente comunale per dieci anni usufruisce della Legge 104 riservata agli invalidi ma era tutto falso

  • Coronavirus in Ciociaria, bollettino 29 giugno: altro caso positivo da accesso al pronto soccorso

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento