L’appello dell’Ance Frosinone: “le aziende edili devono sempre essere attente al tema della sicurezza”

Il presidente Angelo Libero Massaro torna a parlare di questo argomento alla luce dei recenti fatti di cronaca

“Sviluppo, manutenzione infrastrutturale, sicurezza e lavoro, devono tornare ad essere un punto prioritario nell’agenda del Governo italiano, ma anche della categoria dirigente del nostro territorio, in cui l’industria delle costruzioni, ancora oggi, rappresenta una fetta importante del sistema produttivo”.

Ad intervenire è il Presidente di AnceFrosinone Angelo Libero Massaro, che esaminando la situazione del settore delle costruzioni della provincia di Frosinone elenca alcuni dati positivi in virtù anche dei gravi incidenti avvenuti nei giorni scorsi in Ciociaria.

Attualmente, infatti, i dati della Cassa Edile di Frosinone relativi al periodo ottobre 2018 - maggio 2019, rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente, riportano un incremento della massa salari dell’Ente pari all’11,72%. Si registrano anche un incremento delle ore lavorate (+9,50%); del numero di lavoratori attivi (+ 8,37%); mentre vi è una lieve flessione del numero delle Imprese attive, sceso dell’1,77%.

“Insomma, le nostre aziende – dichiara Massaro -  nonostante la perdurante crisi del settore, continuano faticosamente ad investire sul futuro, sulla sicurezza, sulla formazione e ricerca. Bisogna restituire al sistema produttivo che rappresento ed alle aziende sane e virtuose che ne fanno parte, la dignità e l’importanza che meritano; promuovendo la nostra filiera industriale, altamente qualificata, recuperando risorse per investimenti, ma anche promuovendo la qualificazione delle stazioni appaltanti e, più in generale, una chiara regolamentazione e gestione degli appalti pubblici e privati.

In tale direzione deve orientarsi un processo di crescita ed ammodernamento del territorio, valorizzando la tradizione e le eccellenze imprenditoriali che possiamo vantare, riconosciute ed apprezzate su tutto il territorio nazionale. Soltanto attraverso un atteggiamento di questo tipo possiamo pensare di contribuire positivamente al futuro sviluppo della nostra Provincia, riaffermando l’importanza di principi cardine su cui, da sempre, si basa la nostra azione associativa ed imprenditoriale quali: trasparenza, legalità, sicurezza sul lavoro e formazione.  Su questi temi abbiamo investito moltissimo in ambito associativo ed aziendale, anche attraverso l’attività degli Enti Paritetici Territoriali, nonostante le pesantissime difficoltà che hanno caratterizzato l’ultimo decennio. All’ordine del giorno ci sono sfide importanti, parliamo di strade, ferrovie, scuole, sicurezza sismica, progetti di rigenerazione urbana e sostenibilità che, fatta salva qualche eccezione, sino ad ora sono stati soltanto oggetto di slogan politici.

Nella realtà si riscontra ancora un livello insufficiente di investimenti rilevanti per l’industria delle costruzioni, circostanza che non sta soltanto (si fa per dire) acuendo gli effetti di una  crisi strutturale, ma decreta altresì un ritardo infrastrutturale, urbanistico ed ambientale del nostro Paese, sia rispetto ad altri Paesi dell’UE, sia rispetto ad altre aree geografiche del centro/nord Italia.

La difficoltà di reperire risorse, - aggiunge Massaro - le problematiche di natura burocratica e normativa, costituiscono  sempre di più fattori critici che incidono in maniera distorsiva sul mercato, favorendo la proliferazione di situazioni  anomale, contenziosi, scarsa attenzione alla sicurezza con infortuni anche mortali, in un contesto che non garantisce né le imprese,  né i lavoratori, ma nemmeno i committenti, se pensiamo alla qualità attesa ed a quella reale delle opere, siano esse destinate a soddisfare un interesse collettivo che privato.Le aziende che non rispettano le regole e non investono sulla qualità, sulla sicurezza dei propri dipendenti, sulla formazione e l’innovazione, sono i nostri principali antagonisti, dai quali intendiamo distinguerci, riconoscendo al nostro sistema associativo e bilaterale un ruolo di riferimento in termini di autorevolezza e qualità.L’approccio del nostro sistema associativo è stato e sarà sempre costruttivo e propositivo”.

A dimostrazione dell’attenzione per il rispetto delle regole e della sicurezza, Ance Frosinone ed Unindustria saranno parti attive nell’ambito della annuale iniziativa delle “Settimane Europee della Sicurezza” ed in maniera continuativa sui temi della formazione, l’ambiente, la legalità, ricerca ed innovazione.

“I nostri Enti Bilaterali – dichiara Massaro - Cassa Edile ed Ente per la formazione e la sicurezza ESEF - CPT, gestititi in maniera paritetica con le Organizzazioni sindacali di settore, rappresentano un valore distintivo del settore ed una garanzia di competenza ed affidabilità in materia di mutualità, assistenza dei lavoratori, formazione accreditata, sicurezza ed igiene dei luoghi di lavoro.

Questo perché riteniamo centrale investire sulla formazione, divulgare e consolidare sempre più la cultura della sicurezza, sia a livello imprenditoriale che sociale, per favorire un approccio più competitivo e sostenibile al mercato delle costruzioni da parte delle Imprese, ma soprattutto per incidere in maniera strutturata sul tema della sicurezza dei lavoratori.

In questa direzione, ANCE FROSINONE, attraverso la Cassa Edile, da anni ha attivato il “Fondo Premiale”, per mezzo del quale vengono annualmente premiate con contributi significativi le Imprese  virtuose che, avvalendosi dei nostri Enti paritetici, si distinguono sul piano della formazione, della sicurezza ed igiene dei luoghi di lavoro.

A breve sarà operativa una struttura di servizio presso l’Ente per la formazione e la sicurezza ESEF - CPT di Sora, che affiancherà gratuitamente le aziende per la creazione di modelli organizzativi e gestionali della sicurezza aziendale, responsabilità amministrativa ex D.Lgs 231, Privacy, grazie ad un investimento importante di risorse umane ed economiche, fortemente voluto dalla nostra Associazione grazie anche ad ANCE nazionale, che ha sviluppato la piattaforma software “SQuadra 231”. Questo è l’impegno che stiamo dedicando alle nostre aziende nell’ambito delle predette aree tematiche – conclude Massaro -  rispetto al quale invochiamo un corrispondente e proporzionato riscontro da parte delle locali autorità politiche e delle Istituzioni.

E’ necessario promuovere a livello provinciale la costituzione di un tavolo di confronto permanente dedicato all’industria delle costruzioni, su cui portare in maniera costruttiva le proposte della nostra Associazione ed affrontare in maniera sistemica e strutturata le principali tematiche e criticità riferite al settore ed al territorio”.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Roccasecca, la sua moto si scontra con un'auto e muore a ventotto anni

  • Weekend in Ciociaria, cosa fare sabato 12 e domenica 13 ottobre

  • Cassino, violento scontro una moto ed un'auto. Ragazzo rischia di perdere una gamba (foto e video)

  • Giovane vola giù dal balcone in piena notte e muore sul colpo

  • Scappa di casa con la figlioletta. Torna, la lascia con il padre e se va dal suo nuovo amore conosciuto in rete

  • Incidente sul lavoro, falegname si amputa tre dita di una mano, è grave

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento