Partita Frosinone-Milan, caos parcheggi nell'area dello Spaziani

I tifosi sostano le auto invadendo il parcheggio dell'ospedale. Cittadini paralizzati nel traffico. Scoppia la bufera sui social

Il gol annullato ai canarini non è l'unica polemica della partita disputata ieri contro il Milan e terminata con un pareggio a porti bianche. Un'altra bufera si è scatenata a causa delle auto tifosi che per assistere al match hanno letteralmente invaso il parcheggio dell'ospedale Fabrizio Spaziani. Immediata la reazione degli utenti del nosocomio che si sono ritrovati bloccati senza poter uscire dall'area se non dopo diverso tempo fermi in coda. "Sono bloccata nel traffico per la partita perchè i tifosi parcheggiano all'ospedale e nessuno fa niente" scrive una signora dopo aver postato un video che testimonia quanto accaduto mostrando un'ampia panoramica del serpentone di vetture. 

Anche in questo caso si sono formate due "tifoserie". Da un lato chi denuncia l'inciviltà di coloro che hanno sostato in un luogo che dovrebbe spettare a chi effettivamente ha necessità di recarsi in ospedale, dall'altro chi invece trova più che giustificato occupare quell'area per andare a tifare la propria squadra commentando "che succederà mai per una volta". E infine c'è chi grida allo scandalo per gli ettari di terreno incolti inutilizzati situati attorno allo stadio Stirpe e che potrebbero essere adibiti ad area di sosta per gli spettatori.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Arce, 42enne trovato privo di vita in un'auto. Ecco chi è la vittima

  • Cassino, è Guido Luciano il giovane trovato morto in un appartamento di via Garigliano

  • Mercoledì i funerali del camionista Francesco Spaziani, morto mentre si trovava in Francia

  • Finti posti di lavoro per truffare lo Stato, nuovamente arrestati Marco e Marcello Perfili

  • Alatri, Francesco Scarsella accusato di omicidio stradale sconterà la pena ai domiciliari

  • Mette due camionisti in cassa integrazione per assumerne altri in nero, imprenditore ciociaro sotto processo

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento