Un Martedì Grasso con scuole chiuse in anticipo e senza articoli molesti

Il 25 febbraio, in occasione delle tradizionali sfilate dei carri allegorici del Carnevale, orario part-time negli istituti di Frosinone per evitare disagi all'uscita. Vietate dal Sindaco Ottaviani, poi, bombolette spray e sostanze fastidiose e pericolose

La sfilata dei carri allegorici durante una passata ''Festa della Radeca''

Il Sindaco Nicola Ottaviani ha disposto la chiusura anticipata alle 11 delle scuole di ogni ordine e grado di Frosinone per il prossimo 25 febbraio, il classico Martedì Grasso in cui sarà di scena la fase clou dei festeggiamenti del Carnevale. Nel corso degli stessi, inoltre, è stato vietato l'utilizzo di bombolette spray e articoli fastidiosi e pericolosi su tutto il territorio comunale. Nei confronti dei tragressori l'applicazione di sanzioni amministrative, le stesse che colpiranno gli esercizi commerciali che venderanno bevande in bicchieri o bottiglie di vetro.

In riferimento alle scuole

Lo svolgimento delle tradizionali sfilate dei carri allegorici, intervallate dalla tanto attesa “Festa della Radeca”, comporterà ovviamente la chiusura delle strade interessate, ivi incluse quelle di accesso agli istituti scolastici. Da qui l’orario part-time teso ad assicurare “il regolare e sicuro deflusso all’uscita - recita l’odierna ordinanza sindacale n. 57/2020 - e valorizzare anche profili di sicurezza e di regolarità nella circolazione stradale”.  

Il provvedimento anti-molestie

Con l'ordinanza n. 58/2020, invece, il Sindaco Ottaviani ha vietato "l'uso - si legge testualmente - di bombolette spray contenente materiale schiumogeno, spray al peperoncino, colorante imbrattante in modo permanente e altri articoli fastidiosi e molesti in uso nel periodo di Carnevale, quali fialette puzzolenti, uova, polverine pruriginose, manganelli d’ogni tipo e dimensione, petardi e fiaccole d’ogni genere, spruzzi d’acqua etc.". 

Le relative motivazioni

"L’impiego del suddetto materiale - si spiega nell'atto del Primo Cittadino - per il modo spesso molto sconsiderato e vessatorio con cui è adoperato, provoca danni diretti alla salute dei cittadini, alla loro integrità fisica e all’ambiente circostante, dando peraltro origine, spesso, a reazioni, diverbi e comportamenti rissosi in genere, che per niente si adattano al clima festoso del momento e che rischiano, altresì, di incidere negativamente sotto l’aspetto dell’ordine e della sicurezza pubblica, nonché del decoro urbano". 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La terza e scontata ordinanza

Dalla terza ordinanza di giornata in materia, la numero 59/2020, "il divieto di mescita di bevande in bicchieri o bottiglie di vetro - fanno sapere, infine, dal Comune di Frosinone - che sarà consentita esclusivamente in contenitori di plastica o carta dalle ore 10 alle ore 22 di martedì 25 febbraio 2020. Il provvedimento - aggiungono - fa riferimento alla nota inviata dalla Questura di Frosinone, in ragione della tutela della pubblica incolumità. Il Settore Polizia Locale, gli Ufficiali ed Agenti della Forza Pubblica sono incaricati della esecuzione dell'ordinanza". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cassinate, esplode una bomba da guerra in un campo dove bruciavano sterpaglie

  • Coronavirus, infermiera positiva 'evade' dalla quarantena e torna al lavoro in ospedale

  • Coronavirus, trend dei contagi stabile in Ciociaria. Una 15enne trasferita da Frosinone al Bambino Gesù

  • Coronavirus, contagi raddoppiati in poche ore a Valmontone

  • Coronavirus, la storia di Pina, Vigile del Fuoco discontinuo che sta combattendo per la vita

  • Coronavirus, tre carabinieri positivi: uno ha febbre e tosse, due sono asintomatici

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento