Parco Matusa, i cittadini lamentano una scarsa manutenzione nell'area riservata ai cani (foto)

Cancelli chiusi ed erbacce troppo alte rendono la vita difficile ai proprietari dei nostri amici a quattro zampe

È passato ormai quasi un anno dall’inaugurazione del Parco Matusa di Frosinone. Da allora i cittadini frusinati hanno sempre più preso a cuore l’area verde situata nel cuore del capoluogo ciociaro, grazie anche ai numerosi eventi che il vecchio stadio del Frosinone Calcio ha ospitato quest’estate e che ospiterà anche in futuro.

Ingresso al parco Matusa vietato agli animali

Tanti i bambini e le famiglie che amano trascorrere le giornate nel Parco, anche se diversi cittadini hanno segnalato in questi giorni un disagio non di poco conto: l’area riservata ai cani. Come sappiamo, l’ingresso dei nostri amici a quattro zampe è vietato all’interno del Parco, ma i proprietari possono portare a spasso il proprio cane in una zona dedicata esclusivamente a loro, con l’ingresso situato in via Mola Vecchia.

Molti i disagi per i possessori di cani

Ma molti sono i disagi che i proprietari dei cani hanno ravvisato, a cominciare dai due cancelli chiusi che costringono gli stessi ad entrare con i propri animali nel Parco. Cosa che, come abbiamo scritto prima, è vietata.

Non solo i cancelli chiusi. Molti cittadini lamentano anche una scarsa manutenzione dell’area, con erbacce troppo alte (come possiamo notare in foto) per poter far passeggiare il proprio cane in tranquillità.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Fiuggi, polemica social per la battuta infelice di Max Tortora ai “Soliti Ignoti”

  • Coronavirus, le prime ordinanze dei Sindaci ciociari: quarantena per chi arriva dal Nord

  • Cassino sotto choc, muore dopo un grave malore il professor Raffaele Di Mambro

  • Cassinate, muore a quarant'anni mentre guarda la tv

  • Comandante della Polizia Locale muore durante la sfilata dei carri del carnevale

  • Maltempo, in arrivo vento forte e neve sulle colline della Ciociaria

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento