Lo sport come parola chiave per l'inclusione, il progetto di Thaira Mangiapelo

Sta per nascere la Polisportiva Insieme 91 A.S.D., l'associazione sportiva che vuole abbattere le barriere della disabilità

Lo sport come momento di inclusione, di socialità e di integrazione, lo sport come opportunità di far vivere grandi emozioni ai bambini ed ai ragazzi. Un canale che attraverso l’idea di gioco e di sana competizione, fa attingere a sentimenti profondi; è un concetto valido per le persone normodotate, lo è ancor di più per chi presenta delle disabilità. Accade però che quando si affronta il tema della disabilità ci si imbatte subito nel campo dei diritti negati. Troppo spesso, infatti, le persone con deficit cognitivi o motori si ritrovano escluse da spazi, attività, esperienze, relazioni.

L'associazione sportiva

Ed è per dire No a queste forme di ingiustizia che ledono l'interà società, che Thaira Mangiapelo, da poco nominata responsabile provinciale della Lega per le politiche sociali ed il sostegno alla disabilità, ha deciso di mettere in campo un progetto di spessore. Si chiamerà Polisportiva Insieme 91 A.S.D, un'associazione sportiva che intende coinvolgere i bambini ed i ragazzi con la sindrome di Down, autistici, per poi riuscire ad includere anche ipovedenti e carrozzati. 

L'incontro

Dell'iniziativa se ne è parlato in un incontro avvenuto nella serata di ieri alla presenza di numerosi rappresentati politici della Lega: i due deputati della Francesco Zicchieri e Francesca Gerardi, il senatore Gianfranco Rufa, il coordinatore cittadino di Frosinone Domenico Fagiolo e l'ex candidato alla Regione Andrea Amata. Importanti ed incoraggianti le parole da loro espresse. Un sostegno che, garantiscono, verrà mantenuto costante su tutto il territorio.

I progetti

Tra i progetti previsti in futuro, racconta la futura presidentessa dell'associazione, "riuscire ad affiliarsi alla FISDIR (Federazione Italiana Sport Paralimpici delgli Intellettivo Relazionale), Federazione riconosciuta dal CIP (Comitato Italiano Paralimpico) nata nel febbraio 2009, che si occupa della gestione, dell’organizzazione e dello sviluppo dell’attività sportiva per gli atleti con disabilità intellettiva e relazionale. Non solo, anche grazie allo sportello di cui sono responsabile mi impegnerò affinchè anche nella Villa comunale del capoluogo vengano installati giochi per questi ragazzi speciali".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Colleferro, al via le assunzioni a Leroy Merlin. Ecco come fare a candidarsi

  • Cassino, 'piove' un chilo di droga dal controsoffitto del centro commerciale

  • Scopre il marito con l'amante e con l'auto sfonda parte di un'attività commerciale

  • E' morto Tonino Cianfarani, l'assassino di Samanta Fava

  • Ceccano, proprietaria e dipendente di un noto centro medico ancora sotto il torchio dell’Arma

  • Si innamora di una donna, lei lo incastra con delle foto intime e si fa dare quasi 20 mila euro

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento