Intervista a Daniele Riggi, il giovane consigliere di Frosinone racconta la sua passione per la politica

Un amore nato sui banchi di scuola e che lo ha portato a sedere tra i banchi dell'opposizione nel Consiglio comunale del capoluogo

Il consigliere comunale Daniele Riggi

Tanto carisma e voglia di fare per la sua amata città, Frosinone. Poche parole che rispecchiano il modo di essere di Daniele Riggi, consigliere comunale del Capoluogo ciociaro, classe 1991. Giovane sì ma non per questo privo di esperienza politica. Nell'intervista a noi concessa, Riggi racconta gli esordi della sua grande passione. 

Gli esordi

"Ho iniziato ad interessarmi di politica già a partire dal secondo anno delle scuole superiori, appassionandomi alle lotte dei rappresentanti studenteschi". Con il tempo l'attenzione è passata dalle battaglie condotte sui banchi di scuola a quelle portate avanti tra i banchi dell'opposizione del Consiglio comunale di Frosinone.

La militanza

"​Durante il mio percorso di studi universitario cominciai ad interessarmi più assiduamente della politica della città di Frosinone e decisi di iscrivermi ai Giovani socialisti. Mi identificavo molto in loro e nei loro ideali. Nacque un amore a prima vista ed insieme, nel corso degli anni, abbiamo condotto importanti battaglie. Ricordo la raccolta firma su Acea, le azioni per i quartieri di Frosinone come ad esempio la zona Scalo, le battaglie ambientali sulla Valle del Sacco e sull'inquinamento atmosferico". Una militanza che ha fondato le sue basi sulla costruzione di un rapporto saldo con le associazioni del territorio, un legame che Daniele continua a mantenere costante. Spesso infatti nei suoi interventi in Consiglio, si fa portavoce delle istanze che provengono da esse. 

L'esperienza elettorale

Arriviamo quindi alle elezioni amministrative 2017 che lo hanno portato a diventare consigliere comunale, di un comune capoluogo, a soli 25 anni: "Ero scettico sulla mia candidatura, proprio per questa mia predisposizione alla militanza, ma ho deciso di mettermi in gioco e devo ammettere che l'esperienza elettorale si è conclusa con un risultato che è andato ben oltre le aspettative. Di ciò devo ringraziare anche Gerardina Morelli. Ho cercato da subito di mettermi a disposizione di quella parte della cittadinanza un po' esclusa dalla vita politica, come purtroppo lo sono i giovani".

In & out

Dalle sue parole traspare l'amore per la sua Frosinone. "È una città che a dispetto di quanto si possa pensare è immersa nel verde, si vive in un clima di tranquillità e serenità; a livello sociale ci si conosce un po' tutti. Sotto questo punto di vista possiamo dire ha conservato i tratti positivi di un paesotto allargato. È vicina a realtà importanti come Roma e Napoli, quindi è un ottimo crocevia".

Di contro però Riggi, sottolinea con forte rammarico: "ha perso la sua vera identità. Prima era la città del miracolo industriale". Oltre allo spostamento della parte commerciale, dapprima verso la parte bassa e poi addirittura verso l'autostrada, la città ha smarrito per strada una serie di servizi: "non è più una realtà commerciale, non è neppure una città di servizi nè culturale". È un dato di fatto che stadio, ospedale, scuole e numerose attività abbiano traslocato tra la Monti Lepini ed il casello autostradale. Una situazione che andrebbe a peggiorare, avverte: "se dovesse andare in porto l'operazione ex Permaflex che prevede la realizzazione di un polo commerciale". 

Su cosa si dovrebbe puntare per riportare Frosinone a riappropiarsi della propria identità?

"Bisognerebbe investire sulla rigenerazione urbana; ampliare il discorso della cultura, non solo con iniziative della durata di pochi giorni, ma facendo diventare il Centro storico un polo culturale. Risolvere i problemi di viabilità, ad esempio in via Aldo Moro, dove le persone non si sentono più sicuri nel passeggiare, specie con i bimbi piccoli; valorizzare il fiume Cosa e gli spazi verdi che Frosinone possiede, ed è in questo contesto che si sarebbe dovuto inserire il progetto del parco Matusa, credo che avrebbe avuto un valore diverso".

Potrebbe interessarti

  • Tecnici Acea tentano di entrare in una stradina privata, si mette di traverso con l’auto e li blocca

  • Cassino, 700 persone usano l’acqua pubblica ma non la pagano

  • Pronto soccorso dello Spaziani: "un vero e proprio inferno". Aumentano disagi e polemiche

  • Città in lutto per la morte dell'ex vice comandante dei vigili urbani Vincenzo Belfiore

I più letti della settimana

  • Precipita dal sesto piano dell'ospedale di Frosinone e muore

  • Muore dopo un volo di oltre 15 metri all'ospedale. Identificato l'uomo

  • Si ribaltano con l'auto mentre vanno al mare. Due ragazzi di Paliano in gravi condizioni

  • Bimbo di tre anni azzannato alla testa da un cane maremmano

  • Cassino-Pontercorvo, incidente in A1. Grosso tir va a sbattere sul guardrail e perde il carico (foto)

  • Ceprano, lei si rifiuta di avere rapporti sessuali e lui tenta di strangolarla

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento