Dissesto idrogeologico, Magliocchetti sollecita la Regione per l'arrivo dei fondi

Otto gli interventi previsti in provincia di Frosinone. Particolare urgenza è rivolta ai lavori straordinari di manutenzione dell’alveo del fiume Cosa

Il Ministro dell’Ambiente Sergio Costa ha firmato il decreto attuativo che trasferisce, nella disponibilità delle Regioni, i fondi del Piano Stralcio da 315 milioni di euro destinati ai progetti esecutivi di tutela del territorio dal dissesto idrogeologico. Fondi che per il consigliere comunale di Frosinone, Danilo Magliocchetti, una volta a disposizione, sono da trasferirsi con una certa celerità per dare inizio a interventi importanti per il territorio ciociaro particolarmente a rischio frane. Motivi che hanno spinto Magliocchetti, anche quale delegato del Consiglio nazionale dell’Anci, a scrivere all’assessore regionale ai Lavori Pubblici, Tutela del Territorio e Ambiente, Mauro Alessandri.

8 interventi previsti in provincia di Frosinone

Sono 35 gli interventi da attuarsi nel Lazio e per i quali  sono previsti fondi per € 22.735.582. Di questi 35 interventi, 8 sono destinati alla Provincia di Frosinone, che interesseranno i Comuni di Acuto- Anagni –Castrocielo – Sant’Ambrogio sul Garigliano – Vallerotonda. Si tratta di tutti interventi urgenti ed indifferibili. Nonché, di ulteriore particolare rilievo, i lavori straordinari di manutenzione dell’alveo del Fiume Cosa, nei Comuni di Frosinone- Alatri e Veroli, per un importo dei lavori di € 580.000

L'alveo del fiume Cosa

"Nell’ambito degli 8 interventi previsti per la Provincia di Frosinone, - sottolinea Magliocchetti - quello dell’alveo del fiume Cosa, riveste una importanza strategica, non solo per i Comuni interessati, ma per l’intero bacino, atteso che con l’approssimarsi dell'imminente periodo autunnale e conseguentemente delle piogge, il rischio idrogeologico aumenta notevolmente e notoriamente.

Pericolo frane

Peraltro, su un territorio a particolare pericolo idrogeologico generale, come certificato dal recente Rapporto Ispra, laddove la provincia di Frosinone primeggia, in negativo, sulle altre del Lazio, per 4 indicatori su 6. Si tratta di aree a pericolosità da frana; popolazione a rischio frana; famiglie a rischio in aree a pericolosità da frana;  edifici a rischio in aree a pericolosità da frana.

Per questi motivi, visto il Provvedimento del Ministero dell’Ambiente, confidando nella Sua acclarata attenzione per le istanze che provengono dai territori, La prego di provvedere subito, senza alcun indugio, al trasferimento, appena disponibili, delle risorse finanziarie previste per gli 8 Comuni della provincia di Frosinone, allo scopo di iniziare subito i lavori necessari, di prevenzione idrogeologica, previsti da ciascuna Amministrazione, con particolare riferimento per i lavori del Fiume Cosa".

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Auto di lusso importate dall'estero, truffati politici e calciatori di caratura nazionale. 9 arresti in Ciociaria

  • Tre quintali di carne, pesce e salumi sequestrati al mercato. Ambulanti ciociari si scagliano contro i vigili urbani

  • Ecco il primo Burger King a Frosinone, apertura entro fine novembre

  • Fiuggi, botte alla mamma. Due sorelline la salvano con una videochiamata alla nonna

  • Omicidio Morganti, concessi i domiciliari a Paolo Palmisani. Tornerà a casa con il bracciale elettronico

  • Cassino, è Antonio Pecchia il disabile trovato morto in casa (foto e video)

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento