Il Magg. Maurizio Petrarca nuovo comandante provinciale nel nucleo investigativo dei carabinieri

L'ufficiale arriva in Ciociaria dopo aver diretto il medesimo reparto a Rimini

Nei giorni scrosi il Magg. Maurizio Petrarca ha assunto il Comando del Nucleo Investigativo del Comando Provinciale Carabinieri di Frosinone, subentrando al Magg. Antonio Lombardi, destinato ad altro incarico (D.C.S.A. di Roma).

Il Magg. Petrarca, 47enne originario della provincia di Isernia, negli ultimi quattro anni ha retto il Comando del Nucleo Investigativo di Rimini, territorio caratterizzato da un alto indice di criminalità diffusa, nonché dalla presenza di numerosi soggetti legali ad organizzazioni criminali operanti prevalentemente in Campania.

In precedenza  l’Ufficiale dal 2003 al 2005 ha retto il Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia Carabinieri di Campobasso, dal 2005 al 2011 il Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia Carabinieri di Pozzuoli (NA), area contraddistinta da fenomeni di criminalità comune ed organizzata, dal 2011 al 2015 ha retto il Comando della Compagnia Carabinieri di Vico del Gargano (FG), con competenza su gran parte dell’area Gargano Nord, ove si  è dovuto confrontare con le problematiche di un territorio caratterizzato dalla presenza di organizzazioni legate alla criminalità organizzata foggiana e garganico/montanara, dedite in particolare ad estorsioni e traffico di droga, che hanno fatto registrare, specie negli ultimi anni, numerosi ed efferati omicidi, dalla chiara matrice mafiosa.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cassino, bus tampona compattatore dei rifiuti, grave l'autista (foto)

  • Weekend in Ciociaria, cosa fare sabato 16 e domenica 17 novembre

  • Colleferro, commozione e lacrime al funerale di Giuseppe Sinibaldi (foto)

  • San Vittore, terribile schianto in A1: giovane autista perde una gamba

  • Cassino, autista ferito e trasferito dopo ore: esposto dei familiari contro il pronto soccorso

  • Fuori in permesso, non fa ritorno al carcere di Frosinone. Ricercato un pericoloso detenuto

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento