Paliano, festeggiato da una trentina di carabinieri il maresciallo Raffaele Viti

Ha diretto la stazione di Piglio e di Paliano negli anni di piombo e negli anni dei brigatisti come Antonio Savasta

Bella rimpatriata di Carabinieri per festeggiare il Maresciallo Raffaele Viti che ha diretto per molto tempo sia la stazione di Piglio che, soprattutto, quella di Paliano negli anni delle Brigate Rosse i cui pentiti erano reclusi nel carcere di massima sicurezza. Erano gli anni in cui a Paliano era recluso il pentito numero uno delle BR Antonio Savasta che tutti i giorni veniva trasportato a Rom con diverse auto di scorta e controllato dall’alto da un elicottero.

Da Napoli ed Aversa fino a Paliano

Un Maresciallo che si è fatto ben volere proprio da tutti i colleghi che sono passati sotto la sua guida ed oggi per festeggiarlo sono venuti all’agriturismo Bertacco da Napoli, Aversa, Roma oltre che dai dintorni di Paliano. Qui tutti hanno potuto gustare le specialità locali e soprattutto la prelibata birra di grano monococco. Una specialità locale che produce solamente questo agriturismo. Sono stati ricordati i bei tempi, di quando questi ragazzi, giovani carabinieri, sono passati sotto il comando del Maresciallo Raffaele Viti, che li ha ampiamente ringraziati per questa bella sorpresa che gli hanno fatto i suoi commilitoni.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Sport

    Frosinone-Atalanta 0-5, le pagelle: Pinamonti predica nel deserto. Disastro totale

  • Sport

    Frosinone-Atalanta 0-5, nerazzurri troppo forti

  • Cronaca

    Quattordicenne morto cadendo dal lucernario del suo palazzo, il giudice riapre le indagini

  • Cronaca

    Cassino, coinvolta in un incidente stradale, muore dopo quattro anni di coma

I più letti della settimana

  • Cassino, coniugi presi a martellate: l'arrestato è Alberto Di Cicco (le immagini del luogo dell'aggressione)

  • Cassino, dramma della follia: marito e moglie presi a martellate. Ricoverati con fratture al cranio ed al volto

  • Anagni, il marito imprenditore la costringeva a lavorare nel suo cantiere come manovale

  • Cassino, anziani presi a martellate, parla il figlio: "Vittime di una violenza che lascia senza fiato"

  • Cassino, impiegato comunale stroncato da un malore

  • Anziani presi a martellate, Alberto Di Cicco racconta la sua verità: "Ho prestato 4000 euro al figlio"

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento