Patrica, Ciacciarelli 'bacchetta' Nicola Zingaretti sulla questione Ilva

"Sullo stabilimento ciociaro nessuno ha mosso un dito. Cento famiglie sono finite sul lastrico".

Polemica al vetriolo del consigliere regionale Pasquale Ciacciarelli che in una nota 'bacchetta' Nicola Zingaretti sulla questione Ilva. “Questa mattina ho letto sui giornali diversi interventi da parte del governatore della Regione Lazio, ed ora anche segreteria del Partito Democratico, Nicola Zingaretti, a proposito della complessa situazione riguardante l’Ilva di Taranto. Detto questo faccio una premessa: è sicuramente un atto dovuto da parte del presidente, il futuro di quello stabilimento sta a cuore anche a me che mi riconosco negli ideali di Centrodestra; ma una domanda mi viene sponatanea: dov’era lo stesso governatore Zingaretti quando l’unico stabilimento Ilva della provincia di Frosinone, e del Lazio, con sede a Patrica, chiudeva i battenti mandando a casa oltre cento famiglie!? Non ha mosso un dito ed ora si erge a paladino dei lavoratori. Visto il risultato precedente non ritengo, nella maniera più assoluta, che lui sia in grado di risolvere l’attuale situazione di Taranto".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragico incidente nella notte, muore un 37 enne di Colleferro

  • Colpaccio della Polizia, imprenditore arrestato con un chilo di cocaina e una pistola

  • Lotta alla prostituzione sullo stradone Asi. Multe a meretrici e “papponi”

  • Centraline per auto contraffatte, azienda ciociara nei guai: 29 denunciati

  • Maxi operazione anticamorra, un arresto in provincia di Frosinone

  • Cade in dirupo sui monti di Terelle, corsa contro il tempo dei soccorritori

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento