Frane e alluvioni, 500 chilometri quadrati della Ciociaria sono a rischio

Oltre 36.000 cittadini della provincia di Frosinone vivono nelle zone di pericolo. Il consigliere Magliocchetti: "Una situazione da non sottovalutare, è necessario un piano Marshall"

Il 91% dei comuni in Italia sono a rischio per frane e/o alluvioni, il 16,6% del territorio nazionale è classificato a maggiore pericolosità; 1,28 milioni di abitanti sono a rischio frane e oltre 6 milioni di abitanti a rischio alluvioni. Sono i dati allarmanti diffusi dall'ultimo rapporto Ispra sul dissesto idrogeologico in Italia a 3 anni dal precedente del 2015. Oltre all'aggiornamento dei dati su popolazione, imprese e beni culturali a rischio, contiene due nuovi indicatori relativi a famiglie ed edifici. La metodologia adottata per la produzione degli indicatori risponde a criteri di trasparenza e replicabilità e restituisce i dati su base nazionale, regionale, provinciale, comunale e aggregati per macro-aree geografiche e per ripartizione dei fondi strutturali.

Qual è la situazione che riguarda il Lazio ed in particolare la nostra provincia?

A rispondere al quesito è il consigliere comunale e provinciale di Frosinone Danilo Magliocchetti. "Per quanto riguarda il Lazio, il rapporto vede primeggiare, in negativo, la provincia di Frosinone, su ben 4 indicatori su 6, cioè a dire: 1) aree a pericolosità da frana 2) popolazione a rischio frana 3)Famiglie a rischio in aree a pericolosità da frana 4) edifici a rischio in aree a pericolosità da frana".

I dati

Nel dettaglio dai dati relativi alla Ciociaria risulta che il 15,2% del territorio, pari a 493,5 km quadrati, è area a pericolosità frana elevata e molto elevata. Un pericolo che riguarda circa 36,320 cittadini ovvero il 7,4% della popolazione provinciale. Altro dato che spicca è che in queste zone sono presenti ben 15,641 edifici ovvero l'8,7% del totale della provincia di Frosinone.

"La situazione in provincia di Frosinone, anche se conosciuta,- commenta Magliocchetti - è veramente da non sottovalutare, particolarmente durante questo periodo dove, a cause delle piogge abbandonati, frane e smottamenti sono praticamente all’ordine del giorno. È necessario quindi un vero e proprio Piano Marshall in provincia di Frosinone che affronti, in maniera strutturale e programmata, con adeguata dotazione finanziaria da parte del governo e della Regione, i seri rischi di dissesto idrogeologico del territorio, certificati con dati ufficiali da un ente autorevole ed affidabile come l’Ispra".

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Incidenti stradali

    Cassino-Formia, grave incidente sulla superstrada. Una donna ricoverata in codice rosso

  • Attualità

    Parco Matusa: grande attesa per l'apertura di oggi pomeriggio

  • Cronaca

    Finisce con la macchina nel fiume Rapido: salvato dai carabinieri

  • Cronaca

    Serrone, violenza sessuale sulla ex fidanzata, il giudice lo condanna a quattro anni di reclusione

I più letti della settimana

  • Anagni, preso in pieno mentre attraversa l’autostrada. Morto un 30enne

  • Castrocielo, grave scontro tra auto lungo la regionale Casilina

  • Ceccano, si sente male all’interno del liceo. Santino Di Folco muore in ospedale

  • Anagni, il prof. Alessandro Testa trovato morto nel suo letto di casa. In corso le indagini

  • San Giorgio a Liri, saluto romano in processione, sindaco nella bufera

  • Strangolagalli, la 47enne Rita De Vellis muore a Foggia schiacciata da un muletto

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento