Frane e alluvioni, 500 chilometri quadrati della Ciociaria sono a rischio

Oltre 36.000 cittadini della provincia di Frosinone vivono nelle zone di pericolo. Il consigliere Magliocchetti: "Una situazione da non sottovalutare, è necessario un piano Marshall"

Il 91% dei comuni in Italia sono a rischio per frane e/o alluvioni, il 16,6% del territorio nazionale è classificato a maggiore pericolosità; 1,28 milioni di abitanti sono a rischio frane e oltre 6 milioni di abitanti a rischio alluvioni. Sono i dati allarmanti diffusi dall'ultimo rapporto Ispra sul dissesto idrogeologico in Italia a 3 anni dal precedente del 2015. Oltre all'aggiornamento dei dati su popolazione, imprese e beni culturali a rischio, contiene due nuovi indicatori relativi a famiglie ed edifici. La metodologia adottata per la produzione degli indicatori risponde a criteri di trasparenza e replicabilità e restituisce i dati su base nazionale, regionale, provinciale, comunale e aggregati per macro-aree geografiche e per ripartizione dei fondi strutturali.

Qual è la situazione che riguarda il Lazio ed in particolare la nostra provincia?

A rispondere al quesito è il consigliere comunale e provinciale di Frosinone Danilo Magliocchetti. "Per quanto riguarda il Lazio, il rapporto vede primeggiare, in negativo, la provincia di Frosinone, su ben 4 indicatori su 6, cioè a dire: 1) aree a pericolosità da frana 2) popolazione a rischio frana 3)Famiglie a rischio in aree a pericolosità da frana 4) edifici a rischio in aree a pericolosità da frana".

I dati

Nel dettaglio dai dati relativi alla Ciociaria risulta che il 15,2% del territorio, pari a 493,5 km quadrati, è area a pericolosità frana elevata e molto elevata. Un pericolo che riguarda circa 36,320 cittadini ovvero il 7,4% della popolazione provinciale. Altro dato che spicca è che in queste zone sono presenti ben 15,641 edifici ovvero l'8,7% del totale della provincia di Frosinone.

"La situazione in provincia di Frosinone, anche se conosciuta,- commenta Magliocchetti - è veramente da non sottovalutare, particolarmente durante questo periodo dove, a cause delle piogge abbandonati, frane e smottamenti sono praticamente all’ordine del giorno. È necessario quindi un vero e proprio Piano Marshall in provincia di Frosinone che affronti, in maniera strutturale e programmata, con adeguata dotazione finanziaria da parte del governo e della Regione, i seri rischi di dissesto idrogeologico del territorio, certificati con dati ufficiali da un ente autorevole ed affidabile come l’Ispra".

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Fontana Liri, presa con oltre 2 chili di droga in auto. Viaggiava con il figlio di 7 anni

  • Meteo

    Maltempo, dopo la neve ecco il vento forte e la pioggia anche in Ciociaria

  • Cronaca

    Esperia, uccise il padre a coltellate: la Procura chiede il Giudizio immediato

  • Cronaca

    In slitta contro un albero, Francesco trasferito da Bolzano a Frosinone

I più letti della settimana

  • Cade nel vuoto da oltre 30 metri di altezza. Muore un operaio di Roccasecca

  • Cassino, bimbo di 2 anni rischia il soffocamento, salvato da un carabiniere fuori servizio

  • Muore cadendo nel vuoto, è Manuel Cipollaro la vittima dell’incidente sul lavoro

  • Maltempo, temperature in calo e nelle prossime ore occhio alle nevicate

  • Cassino, anziani presi a martellate, parla il figlio: "Vittime di una violenza che lascia senza fiato"

  • Cassino, impiegato comunale stroncato da un malore

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento