Sgurgola, all’azienda Antica Terre Pacella le tre foglie del Gambero Rosso

Il massimo riconoscimento nazionale ottenuto dall’impresa agricola collocata alle pendici dei Monti Lepini conferma l’eccellenza oleica del territorio nonostante sia l’unica zona della regione a non avere la Dop

Ancora un prestigioso riconoscimento per un’azienda agricola ciociara. Dopo quelli ottenuti dall’azienda Quattrociocchi si conferma il livello di qualità dell’olio extravergine con le Tre Foglie del Gambero Rosso assegnate ad Antiche Terre Pacella, azienda olivicola con sede a Sgurgola (Frosinone). Il massimo riconoscimento nazionale della Guida Oli d’Italia 2019 della Città del Gusto riconosciuto all’impresa agricola di Sgurgola indica che in terra ciociara la qualità oleica non manca nonostante la Ciociaria sia l’unica zona del Lazio a non avere ancora la Dop

L’azienda Antiche Terre Pacella, con una superficie olivata alle pendici dei Monti Lepini (versione ciociara della catena montuosa laziale a cavallo tra Frosinone, Latina e Roma) e il claim Il Made in è assicurato produce extravergine 100% made in Italy mediante la raccolta delle varietà Itrana, Leccino, Rosciola, Frantoio, Moraiolo.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il prodotto oleico Antiche Terre Pacella è articolato in un multicultivar ed in un “Itrana 100%”. Le produzioni oleiche, da certificazione di analisi di laboratorio, hanno un valore dell’acidità inferiore allo 0,8%, parametro che consente di rientrare nella classificazione dell’extravergine. Il prodotto è ottenuto con una spremitura a freddo, in modo da garantire intatto il valore organolettico e nutritivo. E' di densità media, più o meno velato, di colore giallo verde, con profumo intenso di oliva. Il sapore è fruttato medio con una trama aromatica caratterizzata da energetiche mance di pomodoro leggermente maturo ed erbe aromatiche. L’abbinamento perfetto è con la caprese. Quanto invece ai numeri di produzione la nuova campagna olearia 2018-19, nonostante e difficoltà registrate a livello nazionale, è stata di qualità eccellente con caratteristiche organolettiche di tutto rispetto al contrario dell’andamento di raccolta nel resto d’Italia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, la nuova mappa del contagio ridisegnata dalla Prefettura di Frosinone

  • Coronavirus, le mappe del contagio: positivi e deceduti dei Comuni in provincia di Frosinone

  • Coronavirus, test rapidi per tutti: la Regione Lazio invoca un'unica strategia nazionale

  • Coronavirus, infermiera positiva 'evade' dalla quarantena e torna al lavoro in ospedale

  • Coronavirus, trend dei contagi stabile in Ciociaria. Una 15enne trasferita da Frosinone al Bambino Gesù

  • Coronavirus, contagi raddoppiati in poche ore a Valmontone

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento