Come io lo vedo: una Politica Nuova, una Politica Giovane

Da anni si parla, spesso, del problema dell’allontanamento dei giovani dalla politica, della distanza di questi dalle istituzioni, della scarsa fiducia che viene riposta in chi ci rappresenta.

Alessandro Verrelli

Da anni si parla, spesso, del problema dell’allontanamento dei giovani dalla politica, della distanza di questi dalle istituzioni, della scarsa fiducia che viene riposta in chi ci rappresenta.

La verità è che oggi i giovani sono stanchi di vedersi schiacciati da personaggi della vita politica nazionale e locale che, ormai da svariati anni, occupano quelle poltrone soltanto per il proprio tornaconto personale senza pensare minimamente al bene dei cittadini.

Spesso queste persone si riempiono la bocca di espressioni come: rinnovamento, gente nuova, giovani preparati, ma poi pochi sono disposti a cedere il passo, a lasciare spazio a nuovi germogli, a creare le basi per una reale crescita delle nuove leve e, pur di rimanere piantati, continuano a concimare un albero ormai secco.

Oggi non possiamo più riconoscerci in questo sistema e rimprovero ad alcuni miei coetanei di essersi piegati e rassegnati ad un circolo vizioso che vede sempre i soliti noti ricoprire ruoli chiave della società civile.

C’è bisogno di rinnovamento, c’è bisogno di tornare a credere nella politica, c’è bisogno che i giovani dotati di competenza e moralmente sani tornino ad appassionarsi alla vita pubblica.

Non possiamo rinunciare ai nostri ideali perché alcuni bruti ce li hanno stuprati ed umiliati. Un nostro allontanamento dalla politica giova soltanto a chi è radicato nel sistema di comando, a chi trae forza dalla nostra disgregazione. Se vogliamo veramente cambiare la politica, se vogliamo renderla più giusta dobbiamo impegnarci noi in prima persona, non possiamo sperare che un sistema vecchio e logoro cambi per volontà di persone che da sempre ne hanno tratto beneficio.

Io mi appello ai giovani che amano veramente questo paese ma che sono disgustati dai giochi di potere e dalla mancanza di ideali che ormai hanno inquinato la politica. Chiedo loro di ritrovare la forza e la passione e di impegnarsi affinché una società più pulita ed equa possa rinascere.

Alessandro Verrelli

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento