Buoni fruttiferi postali: i rimborsi sono più bassi di quelli indicati sul retro. Protestano i risparmiatori a sud di Roma

Sono molti i risparmiatori della zona di Valmontone, Frascati e limitrofi che, in questi mesi si sono rivolti alla nostra associazione dei consumatori per chiedere un intervento sull’annosa questione dei buoni fruttiferi postali, dopo aver ottenuto, al momento della richiesta di liquidazione dei buoni stessi, un importo di gran lunga inferiore a quello sperato.

Quello che è accaduto, infatti, ai titolari dei buoni è stato il riconoscimento da parte di Poste Italiane di rendimenti molto più bassi, all’atto del rimborso, rispetto a quelli indicati sul retro dei titoli stessi.

E la domanda univoca che ci hanno rivolto i risparmiatori delusi è la seguente “perché non valgono le condizioni scritte sul retro???”. La risposta si trova nelle norme che, negli anni, hanno disciplinato la materia del risparmio postale.

Secondo l’art. 173 del D.P.R. n. 156/1973 (Codice Postale) come novellato dall’art. 1 del D.L. n. 460/1974, convertito in legge n. 588/1974, era infatti consentita
la variazione unilaterale dei tassi di interesse da parte di Poste Italiane su disposizione del Ministero competente. Così è accaduto negli anni, con l’emissione di decreti ministeriali, quali, da ultimo, il D.M. del 13/06/1986, che ha previsto modifiche sfavorevoli ai risparmiatori per i buoni fruttiferi postali sottoscritti fino al 30 giugno 1986.

Questa “regola” tuttavia, non si applicherebbe in ogni caso.

Ed infatti, come ha precisato la Suprema Corte di Cassazione (cfr., in particolare, sentenza del n. 13979/2007 e da ultimo l’intervento delle SS.UU n. 3963/2019) è legittima la variazione del tasso di interesse originariamente previsto per effetto di decreti ministeriali sopravvenuti. Tuttavia, se in corso di rapporto, non è intervenuto alcun nuovo decreto ministeriale concernente il tasso stesso e nessuna modificazione si è quindi prodotta rispetto alla situazione esistente al momento della sottoscrizione dei titoli, ciò che prevale è la dicitura a tergo dei buoni stessi.

Pertanto, il nostro consiglio è quello di fare attenzione alla data di emissione dei buoni fruttiferi postali, perché non sempre Poste Italiane S.p.A. potrebbe applicare rendimenti diversi da quelli indicati sui buoni stessi….

Hai bisogno di sottoporci il tuo caso?

Per informazioni ed assistenza di seguito i nostri recapiti:

A.E.C.I. ROMA SUD

VIA CASILINA 185 – VALMONTONE (RM)

VIA DEI MERLI 2/4 – 00044 FRASCATI (RM)

Tel 3481788786 – 3249959867 - Fax 0699367488

romasud@euroconsumatori.eu

Potrebbe interessarti

  • Incendio alla Mecoris, livelli di Pm10 alti. Chiusi gli uffici pubblici e stop alle attività private

  • Sora, attestato di merito al finanziere Luciano Alfano, stroncato da un infarto

  • Il Lazio Pride? Una partenza con il botto

  • Cassino, il sindaco Enzo Salera presenta la Giunta. Il suo vice è Francesco Carlino

I più letti della settimana

  • Brucia azienda di smaltimento rifiuti speciali, nube nera su Frosinone. Aria irrespirabile

  • Incendio Mecoris, i capannoni contenevano quintali di rifiuti indifferenziati

  • Colleferro, ispettore di Polizia si sente male in commissariato e muore in ospedale

  • Ceprano, giornalista muore dopo essere stata al pronto soccorso, sequestrata la salma

  • Tragedia sfiorata in A1, auto della Polizia si ribalta dopo un tamponamento (foto)

  • Strangolagalli, imprenditrice di 47 anni, schiacciata da un muletto, una morte tinta di giallo

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento