Ho deciso, mi sposo! Da dove comincio?

Il passo importante è stato fatto e avete deciso la data delle nozze. In linea di massima avrete dagli 8 ai 12 mesi di tempo per organizzare il tutto. Ma non fatevi ingannare, anche se vi può sembrare di avere molto tempo, soprattutto se lavorate tutti e due, ottimizzare non sarà mia troppo presto.

Quello che conta, infatti, è iniziare bene e, come si sa, chi ben comincia… Eccovi il nostro breve vademecum in 10 passi per aiutarvi a sistemare le cose, una dopo l’altra.

1. Scelta del tema

Se avete deciso che un fil rouge dovrà accompagnare le vostre nozze, sceglietelo prima di tutto il resto. Sarà in base a questo, infatti, che dipenderanno location, decorazioni, abito, bouquet, sistemazione delle tavole, menù. Partite, dunque, da qui.

2. Ricerca della location

Sulla base delle riflessioni fatte sopra, andate alla ricerca della location (la chiesa si suppone che non sia un problema perché dovrebbe essere la vostra parrocchia). Valutate bene in base al numero degli invitati che avrete già deciso e alle caratteristiche della sala (volete ballare, volete un’orchestra, un dj, ascoltare musica dal vivo?). Fatevi consigliare dal maestro di cerimonia e non valutate più di 3 alternative. Non ne vale la pena e rischiereste di perdervi in una ricerca troppo estesa. Se avete le idee ben chiare, in base anche al budget che vi siete dati, basterà valutare un numero ristretto di possibilità e procedere con la scelta.

3. Valutazione del menù

Una volta individuato il luogo del ricevimento, procedete alla valutazione del menù. In generale avete diritto a degli assaggi o a una cena o un pranzo a prezzi ridotti. Pensate bene a quello che vorreste che sia presente sulla tavola e al genere di pranzo (o cena) desiderato: buffet libero o ospiti seduti e serviti dai camerieri? Ricordate che potete proporre delle varianti e richiedere menù speciali per i bambini o per gli invitati che soffrono di intolleranze alimentari.

4. Scelta dell’abito

Tra le priorità, mettete il vestito. Fatevi un’idea del modello guardando tra gli innumerevoli abiti proposti sul catalogo online. Una volta chiarite le idee, visitate gli atelier o le boutique della vostra zona. Se avete già un’idea e una griffe in testa, il compito sarà molto più facile. In ogni caso, lasciatevi consigliare dagli esperti. Non sempre il modello su carta corrisponde alla realtà del proprio fisico e della silhouette. Insomma, la decisione finale andrà presa in campo. Fidatevi anche dei consigli della persona da cui decidete di farvi accompagnare (mamma, sorella, amica del cuore).

5. I fiori

Il tema fiori è un altro degli argomenti cruciali. Intanto perché il bouquet andrà legato al tipo di vestito e poi perché sarà consigliabile scegliere fiori di stagione (meno cari) sia per le decorazioni, che per il mazzo nuziale. Vi è poi la possibilità di scegliere bouquet alternativi, senza fiori. Date un’occhiata ai nostri post in materia. Siamo sicuri che troverete molte idee e spunti.

6. Le partecipazioni

La tecnologia può aiutare, eccome, soprattutto se siete in “modalità di risparmio”. La stampa di biglietti impreziositi da belle frasi e disegni costosi potete, infatti, riservarla a quella fascia di invitati più tradizionali (e magari più anziani). Per il resto, un invio tramite e-mail potrà essere perfetto, soprattutto per gli amici più tecnologici. Con un semplice click, risparmierete tempo e denaro.

7. Musica per le vostre orecchie

Anche su quest’aspetto varrà la pena riflettere. La colonna sonora è molto importante, soprattutto in alcuni momenti salienti: entrata in chiesa, uscita dalla chiesa, arrivo degli sposi alricevimento, inizio delle danze… Anche in questo caso è semplicemente una questione di gusti. Dal rock, al pop passando per il reggae, la fusion. Non ponetevi limiti e cercate di dare un’uniformità a tutto l’evento tenendo conto dei gusti personali e non dimenticando d’includere la canzone più significativa della storia della coppia.

8. Damigelle e paggetti

Di questa tradizione, arrivata dall’America, potete prendere gli aspetti che più vi aggradano. Noi suggeriamo di circondarsi di un allegro corteo soprattutto se tra gli inviati vi sono molti bambini (figli di amici e parenti). I cortei di damigelle e paggetti sono molto teneri. Le bambine saranno orgogliose di indossare un abito bianco come quello della sposa e portare il bouquet, oltre al fatto di avere l’onore di portare, assieme ai maschietti, le fedi all’altare. Un corteo si fatto è altamente scenografico.

9. Bomboniere

È consuetudine lasciare agli invitati un ricordo del giorno delle nozze ma si tratta di un pensiero che non dovrebbe richiedere un esborso eccessivo di denaro. Le recenti tendenze puntano a regali utili e pratici. Non avrete che l’imbarazzo delle scelta tra saponi artigianali, marmellate e conserve naturali, candele profumate…

10. La luna di miele

È messa in ultima posizione ma potete pensarci prima. Il viaggio di nozze, infatti, viene spesso sovvenzionato dagli invitati in quanto entra di diritto a far parte della lista nozze. Pensate bene alla stagione in cui partire, prima di fare la vostra scelta, soprattutto se le destinazioni sono caraibiche o situate agli antipodi. Consultate la nostra rubrica dedicata ai viaggi di nozze, troverete notevoli suggerimenti e informazioni pratiche.

E se avete voglia di idee sempre nuove ed originali…..scegli DCM EVENTI …EMOTIONAL PLANNER !!!

SCEGI SOLO DI ESSERE FELICE …A TUTTO IL RESTO PENSEREMO NOI!!!

EMOTIONAL PLANNER

Chiara Datti 3396411900

Francesca Datti 3663810448

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento