Alatri, presa banda di spacciatori. Trovati 11 kg di droga pronta ad essere venduta in diversi paesi della Ciociaria

L'inchiesta che riguarda un traffico di sostanze stupefacenti che da Alatri toccava Anagni e la zona dei Castelli era stata avviata due anni fa a seguito della morte di Emanuele Morganti

capo della squadra Mobile Carlo Bianchi

Blitz antidroga della squadra Mobile alle prime luci dell'alba. Sedici le persone che sono state prese tra Anagni, Alatri e la zona dei Castelli. L'inchiesta degli uomini agli ordini del vice questore Carlo Bianchi e dei militari del comando provinciale dei carabinieri agli ordini del Col. Fabio Cagnazzo era stata avviata subito dopo la morte di Emanuele Morganti, il ragazzo di 20 anni di Tecchiena deceduto due anni fa nei pressi di un pub di Alatri. A decretare il decesso del giovane "Il branco" che lo aveva aggredito per futili motvi. A seguito di quel drammatico episodio la procura aveva avviato le indagini proprio per cercare di accertare se nel contesto dove era avvenuto l'omicidio ci fossero soggetti dediti all'uso ed allo spaccio di stupefacente.

L'inchiesta

Le intercettazioni telefoniche ed i pedinamenti che sono proseguiti per circa due anni hanno dato i loro frutti. Questa mattina intorno alle 7 i soggetti arrestati che erano stati prelevati  dalle loro abitazioni mentre stavano dormendo in esecuzione dell’ Ordinanza di Custodia Cautelare emessa dall’ufficio G.I.P. del Tribunale di Frosinone, nei confronti di  16 persone,  di cui 13, italiani e marocchini, ritenute responsabili di “detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti” (6 O.C.C.in carcere, 2 O.C.C. agli arresti domiciliari, 4 sottoposizioni all’obbligo di presentazione alla P.G. ed 1 con applicazione del divieto di dimora nei Comuni della Provincia di Frosinone) e nei confronti di 3 persone di nazionalità albanese (unitamente ad un italiano già coinvolto nell’attività di spaccio), nei confronti dei quali è stato notificato il divieto di dimora nei Comuni della Provincia di Frosinone poiché nel corso dell’indagine risultavano responsabili della commissione di  una serie di furti di autovetture e in abitazioni.

I dettagli dell'operazione e gli arrestati

Il grosso quantitativo di droga

Nel particolare il provvedimento scaturisce  dalla complessa  ed incessante attività investigativa svolta dal personale del  dipendente Nucleo Investigativo, della Compagnia Carabinieri di Alatri e della locale Questura, i cui  univoci elementi probatori raccolti (oltre alle 12 persone già tratte in arresto ed il sequestro di ingente quantitativo di sostanza stupefacente, 11 kg di hashish e più di 100 grammi di cocaina e marijuana, eseguiti nel  corso dell’indagine stessa)  permettevano di accertare  la presenza di un gruppo di cittadini ciociari e  marocchini che -  in concorso tra loro - avevano intrapreso una vera e propria attività di commercializzazione di sostanza stupefacente  di vario genere, posta in essere nell’hinterland di questa Provincia ed in particolare nei comuni di Frosinone, Alatri, Sora e territori limitrofi. 

Seguono aggiornamenti 

Potrebbe interessarti

  • Coop, ultima settimana di attività: chiusura fissata per il 22 giugno

  • Incendio alla Mecoris, livelli di Pm10 alti. Chiusi gli uffici pubblici e stop alle attività private

  • Il Lazio Pride? Una partenza con il botto

  • Sora, attestato di merito al finanziere Luciano Alfano, stroncato da un infarto

I più letti della settimana

  • Brucia azienda di smaltimento rifiuti speciali, nube nera su Frosinone. Aria irrespirabile

  • Incendio Mecoris, i capannoni contenevano quintali di rifiuti indifferenziati

  • Colleferro, ispettore di Polizia si sente male in commissariato e muore in ospedale

  • Ceprano, giornalista muore dopo essere stata al pronto soccorso, sequestrata la salma

  • Tragedia sfiorata in A1, auto della Polizia si ribalta dopo un tamponamento (foto)

  • Strangolagalli, imprenditrice di 47 anni, schiacciata da un muletto, una morte tinta di giallo

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento