Cassino, lo scandalo dei rifiuti in Mulattiera arriva in Procura: dieci le persone denunciate

A presentare un esposto in Commissariato è stato Niki Dragonetti: nei mirino il sindaco, le cooperative che gestiscono gli immigrati e l'amministratore del condominio che li ospita

La situazione in via Lena Mulattieri

Tutti denunciati. La sconcertante vicenda dei rifiuti abbandonati in via Mulattiera Lena è arrivata in Procura. A presentare denuncia presso il commissariato di Polizia e presso il Servizio Igiene dell'Asl, è stato Niki Dragonetti. Nel mirino oltre che il sindaco Carlo Maria D'Alessandro, anche l'assessore all'Ambiente, Dana Tauwinkelova, l'amministratore del condominio privato che ospita i profughi e i responsabili delle cooperative che dovrebbero occuparsi della tutela e anche dell'educazione civica di queste persone, i proprietari degli appartamenti e gli stessi profughi.

Il servizio di Ghione e la mancata promessa

"Sono passati diversi mesi dal giorni in cuim, Jimmy Ghione di Striscia La Notizia, ha realizzato e mandato in onda il servizio riguardante la discarica a cielo aperto in via Mulattiera Lena lungo la strada per Caira e scaturita dall'inciviltà  dei rifugiati ospiti nella palazzina adibita a centro di accoglienza - spiega Dragonetti -. Mesi trascorsi con la speranza che la situazione prendesse una piega diversa. Invece nulla è cambiato anzi molto è peggiorato. La situazione igienico-sanitaria è sconvolgente: vermi ovunque, generi alimentari oramai in decomposizione, abiti e scarti di ogni tipo gettati alla rinfusa a due passi dal centro, nei pressi di una pista ciclabile e da un numeroso gruppo di case. Addirittura animali, come riferiscono i residenti, uccisi e buttati tra l'erba".

L'omesso controllo delle Istituzioni

Ma qualcuno ha visto questo scempio? Ha compreso la gravità della situazione? I responsabili della cooperativa che si occupa dell'accoglienza di questi profughi avevano garantito ai microfoni dell'inviato del tg satirico che tutto sarebbe stato pulito in pochi giorni e che non sarebbe più accaduto. Questo puntualmente non si è verificato. Ma l'assessore all'Ambiente perchè non si occupa anche di questo scempio? Cassino non è solo aiuole e progetti ecologici. Cassino è una città e i residenti di via Caira  hanno il diritto di non ammalarsi e di vivere in condizioni igienico sanitarie accettabili. Il Sindaco intende intervenire oppure attende altro che accada? Proprio per tutelare i cittadini ho deciso di presentare denuncia nei confronti del proprietari della palazzina, dei residenti e degli occupanti, dell'amministratore di condominio, del sindaco, dell'assessore all'ambiente e dei responsabili o titolari delle cooperative di accoglienza".
 

Potrebbe interessarti

  • Cassino, 700 persone usano l’acqua pubblica ma non la pagano

  • Cervaro, nominato il commissario prefettizio: arriva Monica Ferrara Minolfi

  • In Ciociaria sale la psicosi cinghiali. Si moltiplicano gli avvistamenti anche su un campo da tennis (video)

  • Pronto soccorso dello Spaziani: "un vero e proprio inferno". Aumentano disagi e polemiche

I più letti della settimana

  • Tragico incidente in A1, muore il camionista ciociaro Argo Natalizia

  • Cassino-Pontercorvo, incidente in A1. Grosso tir va a sbattere sul guardrail e perde il carico (foto)

  • Valmontone-San Cesareo, grosso tir si intraversa in A1, code chilometriche. Quattro persone ferite

  • San Giorgio a Liri, ex insegnante investita in centro: trasferita a Roma in codice rosso

  • A fuoco nella notte tra sabato e domenica il supermercato Lidl in via Maria

  • Fa diventare il ristorante un B&B con 13 stanze. Oltre 6 mila euro di multa al proprietario

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento