Infermiera aggredita con calci e pugni al pronto soccorso dello Spaziani

La denuncia arriva dal dott. Gennaro Scialò presidente dell'ordine degli infermieri di Frosinone

Attimi di panico all'Ospedale di Frosinone dove un’infermiera è stata aggredita e malmenata in pronto soccorso nella notte tra mercoledì e giovedì, da un paziente trasportato da un’ambulanza del 118.

L'aggressione

L’uomo, nonostante prontamente trattato e preso in carico dall’infermiera di triage, ha iniziato ad inveire contro il personale, danneggiando anche i locali della sala di attesa, tanto che, si richiedeva l’intervento delle forze dell’ordine prontamente e celermente accorse sul posto, fatto che faceva calmare temporaneamente il paziente stesso."In pratica - ha  spiegato l’infermiera capo turno, in servizio nella sala “rossa”, era andata in sala triage per verificare personalmente quanto accaduto, e nel rientrare all’interno dei locali del pronto soccorso, appena svoltato l’angolo del corridoio, è stata  aggredita alle spalle dall’uomo e pesantemente malmenata con calci e pugni".

L'intervento dei carabinieri

Solo il tempestivo intervento dei militari dell’Arma e di un paziente, hanno scongiurato gravi danni all’infermiera, che ha riportato lesioni guaribili in otto giorni. L'ordine degli infermieri si è subito adoperato per dare alla collega il giusto supporto  sia sotto il profilo legale che umano. A tal proposito, verrà rappresentata dal consulente dell'Ordine avvocato Antonio Mastrangeli.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La richiesta di un posto di polizia al Pronto Soccorso 

Nel frattempo l'Ordine si attiverà prontamente con le autorità competenti per richiedere il rispristino del posto di Polizia all’interno dei locali del Pronto Soccorso, ciò al fine di scongiurare altri possibili episodi di violenza che non possono più essere tollerati. "Inoltre, sarà nostra cura - ha dichiarato il presidente dell'Ordine Gennaro Scialò in una nota- supportare i colleghi dei Pronto Soccorso, con una edizione straordinaria del corso “Proteggi te stesso – Nursing Personal Defence Training”, in collaborazione con gli istruttori dell’accademia “Legio Silent” che riproporremo in tempi brevissimi.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • E' morto Guglielmo Mollicone, il padre che non ha smesso mai di lottare per la verità

  • Scontro frontale tra due auto lungo la Cassino-Formia: muore l'89enne Silvana Pellecchia

  • Maxi blitz, ecco chi sono gli arrestati a capo della banda di spacciatori (foto)

  • Cassino, si barrica in un bar e ferisce al volto un carabiniere

  • Muore a 58 anni il carabiniere Vito Antonio De Vita. Lunedì i funerali

  • Supera l'auto della Polizia Provinciale, ma la multa per eccesso di velocità viene annullata perché illegittima

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento