La moglie dimentica di comprargli le sigarette e lui la massacra di botte

L'uomo che è stato denunciato per maltrattamenti in famiglia è finito sotto processo. La coniuge che è scappata di casa si trova in un rifugio protetto insieme ai suoi tre figli

La moglie si dimentica di comprargli le sigarette e lui la massacra di botte. L'inquietante episodio si è verificato qualche tempo fa in una abitazione di Frosinone. Il marito, un uomo di 48 anni, tornando a casa ubriaco, aveva chiesto alla moglie di dargli le sigarette che le aveva detto di comperargli. Ma la donna si era dimenticata di quella commissione. Il coniuge in preda alla rabbia l'aveva afferrata e le aveva fatto sbattere la testa contro lo spigolo di una parete provocandole una ferita che aveva richiesto le cure dei sanitari del pronto soccorso. Ma neanche il sangue che scorreva sul capo della moglie avevano fermato quella furia scatenata.

L'uomo l'aveva rincorsa con un coltello

L'uomo infatti afferrando un coltello l'aveva rincorsa per tutta la casa dicendole che l'avrebbe ammazzata. Ma questo sarebbe stato soltanto uno degli episodi di violenza vissuti dalla moglie, una casalinga madre di tre figli. A far decidere la donna di andarsene di casa e di chiedere aiuto ad un centro antivlolenza, le minacce di morte del marito. Un giorno l'uomo che si trovava a bordo della sua auto aveva affiancato la moglie per strada e trattandola come una poco di buono che l'aveva tradito con tutti, le aveva detto che se fosse rientrata a casa l'avrebbe ammazzata, 

L'aiuto di un centro antiviolenza

Così la signora si era rivolta ad un centro antiviolenza che le aveva dato una sistemazione in un rifugio protetto. Nel frattempo era scattata la denuncia. E proprio nei giorni scorsi a conclusione delle indagini il giudice per le udienze preliminari ha rinviato a giudizio il marito violento. La prima udienza si terrà il prossimo ottobre.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • I dettagli del tentato omicidio. Dopo la discussione, lo sparo alla testa mentre era in auto

  • Fiuggi, spaccio tra i vicoli del centro anche a minorenni. Ecco chi sono i quattro arrestati

  • Piedimonte, in carcere per anni da innocente ottiene il risarcimento dei danni

  • Pensava di essere povero, invece era titolare di ben nove ditte di trasporti, disabile raggirato

  • Cassino, gli arriva una cartella da oltre 1000 euro dopo una firma di un corriere

  • Morolo, scontro tra auto e bus, Ivan De Santis di 27 anni non ce l'ha fatta

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento