Traffico di droga, scacco alla banda degli Spada ed al loro traffico di cocaina

I carabinieri del comando provinciale hanno fatto scattare otto misure cautelari delle quali cinque in carcere. Si tratta di personaggi di spicco della malavita locale che appartengono alla "nota" famiglia di origine Rom

Traffico di droga, scacco alla banda dei rom. Dalle prime ore di questa mattina, in provincia di Frosinone ed in quella di Latina, i Carabinieri del Comando Provinciale di Frosinone stanno dando esecuzione a 8 misure personali cautelari (5 con applicazione di Custodia Cautelare in carcere, 2 con applicazione di Custodia Cautelare agli arresti domiciliari e 1 all’obbligo di presentazione alla p.g.), emesse dal Giudice per le Indagini Preliminari del Tribunale di Frosinone, per i reati di concorso per “traffico, detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti ed estorsione” posti in essere da personaggi di spicco della criminalità locale, appartenenti alla famiglia di etnia rom “Spada”, radicata da anni in questo territorio, e legati da vincoli di parentela con la famiglia Casamonica che vive in territorio capitolino.

Il fiorente mercato dello spaccio

Contestualmente all’esecuzione delle misure cautelari in premessa, saranno altresì eseguite numerose perquisizioni locali e personali nei confronti dei destinatari del provvedimento restrittivo e di altri soggetti a vario titolo implicati nelle attività di indagine.

Ecco chi sono gli arrestati

Le indagini nell'operazione

I provvedimenti restrittivi, sono il frutto dall’attività di indagine convenzionalmente denominata “BROKEN SWORD”, condotta dal dipendente Nucleo Investigativo, attraverso la quale, emergeva che gli indagati, approfittando oltretutto dell’ostentata prepotenza derivante dal senso di appartenenza “alla propria famiglia”, attraverso una fitta rete clientelare, gestivano una fiorente attività di spaccio di sostanze stupefacenti, soprattutto la cocaina, attraverso la quale, venivano loro garantiti ingenti introiti economici, talvolta pretesi dagli acquirenti anche attraverso condotte inequivocabilmente estorsive, tipiche dei gruppi criminali egemoni nei limitrofi territori di questa provincia.

Le parole del maggiore Antonio Lombardi

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Allegati

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Le tolgono i figli, va in Comune e tenta di strangolare l'assistente sociale

  • Manette troppo strette: due agenti di Polizia penitenziaria a processo per lesioni contro un recluso

  • Ciclista ciociaro muore lungo la strada per Forca d'Acero

  • Gratta un biglietto 'miliardario' e vince 500 mila euro

  • Coronavirus, bollettino 27 giugno: il Covid si riaffaccia in Ciociaria

  • Coronavirus in Ciociaria, bollettino 29 giugno: altro caso positivo da accesso al pronto soccorso

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento