Mamma coraggio denuncia il genero che massacrava di botte la figlia

La donna si è rivolta agli operatori del Telefono Rosa i quali hanno subito avviato tutte le procedure per far allontanare l'uomo dalla casa coniugale. Nei giorni scorsi con un pugno le aveva fratturato la mandibola

violenza sulle donne

I genitori sono per antonomasia lo scudo vivente dei  figli. Ed anche quando sono grandi e cominciano a camminare da soli  nella strada chiamata vita loro sono sempre lì, pronti a sorreggerli in caso di cadute, ed a togliere quei tronchi d'albero che ne ostacolano il cammino. Lo sa molto bene mamma Maria, una donnna di 56 anni residente in una zona limitrofa a Frosinone, che ha salvato la figlia di venti anni dalla violenza del marito che le aveva addiritura fratturato una mandibola con un pugno.

Le botte per gelosia

La donna, nostante il diniego della figlia perchè terrorizzata dalla reazione che avrebbe potuto avere il coniuge, ha avuto il coraggio di recarsi presso il "Telefono rosa" di Frosinone ed ha denunciato il genero che sovente massacrava di botte la ragazza. A salvare la giovane proprio il sesto senso della mamma. La donna preoccupata perchè non vedeva la figlia da giorni, aveva deciso di andarla a trovare a casa. Ma quando la ragazza aveva aperto la porta stentava a riconoscerla: la giovane aveva il volto tumefatto ed ecchimosi su tutto il corpo. A ridurla in quello stato era stato proprio il marito a causa della sua folle gelosia. 

La denuncia per maltrattamenti 

A nulla erano valse le suppliche della madre di tornare a casa. La ventenne aveva troppa paura della reazione del coniuge. aveva detto alla madre. Ma così non era stato. Quando però la giovane era dovuta ricorrere alle cure ospedaliere perché con un pugno le aveva fratturato la mandibola. Maria si è recata presso l’associazione del Telefono Rosa presieduta dalla dottoressa Patrizia Palombo ed insieme agli operatori del centro ha fatto scattare la denuncia.L'uomo, è stato raggiunto da un provvedimento di divieto di avvicinamento. Per paura che l’ex possa avvicinarsi alla figlia e farle ancora del male Maria non la lascia da sola nemmeno di notte.

In una settimana segnalati al Telefono Rosa nove casi di violenza

"Purtroppo - ha riferito la presidente dott.ssa Patrizia Palombo – i casi di violenza sulle donne continuano a salire in modo vertiginoso. In una settimana ben nove le denunce presentate alle nostra associazione. Il numero per chiamare ilTelefono Rosa di Frosinone è  3486978882".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

(foto di archivio)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • E' morto Guglielmo Mollicone, il padre che non ha smesso mai di lottare per la verità

  • Maxi blitz, ecco chi sono gli arrestati a capo della banda di spacciatori (foto)

  • Scontro frontale tra due auto lungo la Cassino-Formia: muore l'89enne Silvana Pellecchia

  • Ceccano, arrestati ‘Sandokan’ e due familiari. Hanno aggredito Morello, troupe di ‘Striscia la notizia’ e Carabinieri

  • Coronavirus, test sierologici. Ecco i 15 comuni della provincia di Frosinone scelti per l'indagine

  • Muore a 58 anni il carabiniere Vito Antonio De Vita. Lunedì i funerali

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento