Cassino, operazione 'I Monatti': arresti domiciliari per i Sardelli, Bottiglieri e Russo

I componenti di una presunta associazione a delinquere accusati di usura ed estorsione

L'operazione i Monatti

Arresti domiciliari per Maurizio e Giuseppe Sardelli, Gianluca Russo e Gerardo Bottiglieri, quattro dei sei componenti della presunta associazione a delinquere finalizzata all'usura ed all'estorsione, sgominata dai carabinieri della Compagnia di Cassino. Ad accogliere le istanze degli avvocati dei quattro indagati è stato il tribunale per il Riesame. Bottiglieri, assistito dagli avvocati Rosino Di Branco e Simona Petroccione, è residente a Cassino mentre Maurizio e Giuseppe Sardelli, padre e figlio, vivono a Pontecorvo. Gianluca Russo, ex titolare di una pescheria vive a Cassino. In carcere è finito anche Massimo Morra. Nei giorni scorsi a lasciare il penitenziario di Rebibbia era stata l'unica donna coinvolta nell'indagine: Silvana Spada nei confronti della quale il riesame ha emesso l'obbligo di firma. Anche in questo caso il giudice ha accolto l'istanza presentata dal legale di fiducia della donna, l'avvocato Emanuele Carbone

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bimba tolta alla madre, irruzione dei poliziotti nella casa famiglia

  • Arce, 42enne trovato privo di vita in un'auto. Ecco chi è la vittima

  • Suora indagata, un'altra mamma racconta: "faceva dormire mia figlia nel letto intriso di urine"

  • La moglie muore in ospedale, il marito indagato per maltrattamenti e lesioni

  • Sanità, addio codice rosso nei Pronto Soccorso. Dal 2020 i numeri sostituiranno i colori

  • Alatri, Francesco Scarsella accusato di omicidio stradale sconterà la pena ai domiciliari

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento