Veroli, preso il ladro delle chiese con candelabri, crocifissi e calici in casa (foto)

Un 34enne del posto ora dovrà rispondere di ricettazione. La scoperta da parte dei carabinieri della locale stazione a conclusione di lunghe indagini

Aveva svuotato completamente la Chiesa di San Michele Arcangelo di Veroli e si era portato a casa un’infinità di oggetti sacri come candelabri, crocifissi, calici ma anche fasce da primo cittadino ed addirittura una macchina da cucire a pedale.

L’arresto

Nel tardo pomeriggio di lunedì i carabinieri della Stazione Carabinieri di Veroli a conclusione di articolata attività di indagine hanno individuato e denunciato il 34 enne B.P. del posto che ora dovrà rispondere ricettazione.

Il ritrovamento della refurtiva

Nel corso della successiva perquisizione domiciliare i militari hanno rinvenuto numerosi oggetti proventi di furto avvenuti tutti negli anni scorsi nel territorio verolano (foto in alto ed in pagina). La refurtiva è composta da svariati oggetti sacri asportati dalla Chiesa di San Michele Arcangelo a seguito di furto avvenuto a novembre del 2018. Nonché da ulteriori oggetti riconducibili a una decina di furti avvenuti nel medesimo centro dal 2015 ad oggi.

Sono in corso ulteriori accertamenti al fine di restituire i numerosi oggetti rinvenuti ai legittimi proprietari

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bimba tolta alla madre, irruzione dei poliziotti nella casa famiglia

  • Arce, 42enne trovato privo di vita in un'auto. Ecco chi è la vittima

  • Suora indagata, un'altra mamma racconta: "faceva dormire mia figlia nel letto intriso di urine"

  • Marco Luccarelli è scomparso da una settimana. L'appello del padre: "aiutatemi a ritrovare mio figlio"

  • La moglie muore in ospedale, il marito indagato per maltrattamenti e lesioni

  • Dottoressa dell'Inail minaccia disabile augurandogli di non poter camminare più

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento