Minacce e ricatto ad un 21enne, il sogno di guidare una Ferrari diventa un incubo

Quattro gli indagati che avrebbero estorto 160.000 euro ad giovane di Alatri dopo averlo convinto a falsificare i documenti per potersi mettere al volante della Rossa

Un compleanno difficile da dimenticare per un ragazzo di Alatri, oggi 23enne, il quale per spegnere in modo originale le sue 21 candeline ha vissuto un vero incubo per mesi. Al ragazzo, vittima di una truffa che risale al 2017, era stato fatto credere di poter noleggiare nientemeno che una fiammante Ferrari. Un noleggio non possibile a causa del non raggiungimento dell'età necessaria per mettersi al volante di una vettura del genere.

Quattro indagati

Un intoppo al quale però si sarebbe potuto rimediare con la falsificazione dei documenti. A convicere il giovane della "soluzione" 2 ragazzi, un 25 enne di Alatri e un 37enne di Frosinone, ai quali ieri i carabinieri di Alatri hanno notificato il provvedimento di avviso di conclusioni delle indagini preliminari emesso dalla Procura della Repubblica presso il tribunale di Frosinone. Avviso giunto anche ad un 32enne di Alatri ed un 36enne di Frosinone. Tutti e 4 sono indagati per concorso in tentata truffa aggravata, truffa aggravata, estorsione, tentata estorsione, favoreggiamento personale e reale. 

L'inizio di un incubo

Una vera trappola per il ragazzo che, dopo essere stato convinto a contraffare i documenti, è stato minacciato con relative numerose richieste di denaro per evitare che gli stessi finissero nelle mani delle forze dell'ordine. 

La denuncia

Il provvedimento scaturisce dalla prolungata e complessa attività investigativa condotta da personale del N.O.R.M. della Compagnia Carabinieri di Alatri intrapresa a seguito della denuncia di truffa ed estorsione sporta dal 23enne del luogo nei confronti del 25enne di Alatri, con conseguente arresto in flagranza di quest’ultimo, e denuncia in stato di libertà del 37enne di Frosinone, in data 7 giugno 2018.

La ricostruzione

In particolare, i predetti indagati hanno fatto credere al denunciante che avrebbero potuto fargli noleggiare una Ferrari per il suo compleanno dell’agosto 2017, data di compimento del suo ventunesimo anno di età, mediante la consegna ad un noleggiatore conosciuto agli indagati di documenti d’identità parzialmente falsificati (data di nascita) compatibili con la richiesta per guidare tale veicolo.

Dopodiché sono iniziate le richieste di somme di denaro per evitare che i documenti falsificati venissero consegnati alle forze dell’ordine da parte della fantomatica società di noleggio, costringendo la vittima a consegnare al 25enne di Alatri, il quale si era offerto di fare da intermediario con gli ignoti estorsori, una somma iniziale di 25.000 euro

Le successive investigazioni, protrattesi fino al mese di marzo 2019, hanno permesso di raccogliere concreti ed inconfutabili elementi di colpevolezza, pienamente condivisi dall’Autorità Giudiziaria, sul conto dei predetti per i reati di tentata truffa aggravata, truffa aggravata, estorsione e ulteriore tentativo di estorsione aggravata e continuata, in concorso,  commessi, in tempi diversi, in danno del denunciante, riuscendo, dapprima con artifizi e raggiri e successivamente con violenza e minaccia, a sottrargli la somma complessiva di 160.000 euro, di cui 150.000 rinvenuta e sottoposta a sequestro sui vari conti intestati sempre al 25enne.

Le indagini, inoltre, hanno evidenziato una laboriosa attività di favoreggiamento personale e reale, in concorso, da parte delle altre due persone del 32enne di Alatri e del 36enne di Frosinone, consistita nel procurare falsa documentazione attestante vincite di denaro, da esibire all’A.G., tesa a dimostrare la liceità delle somme sequestrate, al fine di agevolare i primi due indagati che hanno innescato la condotta criminosa, con il fantomatico noleggio della Ferrari a favore del denunciante mai avvenuta, ad eludere le investigazioni ed assicurarsi l’impunità.  

(immagine presa dal web)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Colleferro, al via le assunzioni a Leroy Merlin. Ecco come fare a candidarsi

  • Cassino, 'piove' un chilo di droga dal controsoffitto del centro commerciale

  • Scopre il marito con l'amante e con l'auto sfonda parte di un'attività commerciale

  • E' morto Tonino Cianfarani, l'assassino di Samanta Fava

  • Ceccano, proprietaria e dipendente di un noto centro medico ancora sotto il torchio dell’Arma

  • Precipita in un crepaccio durante l'addestramento, muore giovane finanziere

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento