Alatri, violenza sessuale su una ragazzina disabile, autotrasportatore condannato a quattro anni di carcere

L'uomo, di 37 anni, aveva circuito una minorenne di 14 anni su Facebook utilizzando un falso profilo. L'adolescente era costretta ad inviargli foto che la raffiguravano nuda ed in atteggiamenti scabrosi

Immagine generica

Autrotrasportatore di 37 anni residente a Tecchiena accusato di violenza sessuale e detenzione di materiale pedopornografico è stato condannato dai giudici del tribunale di Frosinone a  4 anni di penaVittima della violenza una ragazzina disabile di 14 anni. 
A far emergere la squallida vicenda la stessa minorenne che un giorno, forse senza rendersi conto di quello che aveva fatto, aveva mostrato alla sorella che era stata nominata tutrice, le immagini "porno" che aveva inviato ad un suo amico virtuale conosciuto su facebook. L'uomo è bene ricordare, era riuscito a contattare la minorenne utilizzando la foto di un ragazzo di 17 anni  deceduto qualche tempo prima a causa di un incidente avvenuto nel nord Italia.

Le minacce di far circolare sulla rete le foto hard

Ad accorgersi di quel rapporto che stava diventando sempre più morboso la sorella della vittima che essendo rimasta senza genitori era stata ì nominata tutrice della ragazzina. La donna aveva inviato subito un messaggio al 37enne dicendogli che aveva sbagliato persona e  doveva assolutamente smettere di importunare la sorella. Ma questi per tutta risposta aveva minacciato di mettere in rete le foto che erano già in suo possesso. A quel punto la donna aveva fatto scattare la denuncia.

Numerose minorenni tra i suoi contatti Facebook

Quando gli uomini della Squadra Mobile erano riusciti ad identificarlo e ad arrestarlo ( l'uomo ha scontato un anno ai domiciliari) avevano scoperto che tra i suoi contatti c'erano decine e decine di ragazzine di un'età compresa tra gli 11 ed i 14 anni, che l'uomo aveva contattato avanzando le stesse richieste che aveva fatto alla disabile. Fortunatamente le adolescenti molto più scaltre della disabile, avevano subito provveduto a bloccarlo. Ieri mattina la sentenza di condanna. L’imputato era difeso dagli avvocati Giuseppe Cialone e Alessandro Caldaroni.  I legali avverso questa sentenza hanno già preannunciato che presenteranno appello.
 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Roccasecca, la sua moto si scontra con un'auto e muore a ventotto anni

  • Auto di lusso importate dall'estero, truffati politici e calciatori di caratura nazionale. 9 arresti in Ciociaria

  • Tre quintali di carne, pesce e salumi sequestrati al mercato. Ambulanti ciociari si scagliano contro i vigili urbani

  • Ecco il primo Burger King a Frosinone, apertura entro fine novembre

  • Fiuggi, botte alla mamma. Due sorelline la salvano con una videochiamata alla nonna

  • Omicidio Morganti, concessi i domiciliari a Paolo Palmisani. Tornerà a casa con il bracciale elettronico

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento