Confessa di appiccare incendi, i carabinieri arrestano un giovane piromane

Un ventenne incensurato residente a Casalvieri è stato sorpreso a dar fuoco all'ex cava 'Santa Maria'. Messo alle strette ha raccontato di aver incendiato tanti altri luoghi boschivi della Valle di Comino

Ha appiccato incendi in diversi punti della Valle di Comino nell'area compresa tra Alvito e Casalvieri. Lo ha confessato dopo che questa mattina è stato arrestato dai carabinieri di Alvito che lo hanno sorpreso mentre tentava di dar vita all'ennesimo rogo. Questa volta, D.D. un ventenne incensurato di Casalvieri, aveva preso di mira l’ex azienda “Cava S. Maria”, in località Santa Maria.

Il rogo odierno

Un rogo che ha trovato facile strada grazie all'arsura e che ha bruciato diversi ettari di terreno incolto. Il piromane, seguito da settimane perché sospettato di essere l’autore di incendi, incalzato dalla richiesta di spiegazioni dei Carabinieri, ha confessato altri tre episodi avvenuti durante questo mese di luglio, nei giorni 5, 8 e 15  ad Alvito ed ulteriori accertamenti, in merito ad ulteriori incendi, sono al vaglio degli inquirenti. Il ventenne, difeso dall'avvocato Francesco Candido, ha ottenuto gli arresti domiciliari

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cassino, fiumi di droga dagli appartamenti Ater al resto della città. Ecco chi sono i sei arrestati (foto e video)

  • Bimbo di tre anni precipita dal secondo piano mentre gioca con una sedia (video)

  • Arpino, i genitori 'alzano la voce' sulle scelte della dirigente scolastica: "Vogliamo tutelare i diritti dei nostri figli"

  • Simone Maini esce di strada con l’auto e muore tra le lamiere

  • Cassinate, è morta la donna investita da un'auto lungo la Casilina

  • Un’altra notte di paura. Scossa di terremoto nella zona Collepardo

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento