Due motociclisti morti e uno in fin di vita dopo uno scontro lungo l'Anticolana

A perdere la vita Federico Quatrana, 24 anni di Anagni e Massimo Arcese, 41 anni di Ceprano. Sgomento e dolore in tutta la provincia di Frosinone

L'incidente lungo l'Anticolana

Massimo Arcese, 41 anni di Ceprano e Federico Quatrana, 24 anni di Anagni, sono i due centauri deceduti nel gravissimo incidente avvenuto nel pomeriggio in via Anticolana. Uno scontro frontale tra due gruppi di centauri che provenivano in direzione opposta ha dato vita ad una carambola che ha visto rimanere feriti in maniera gravissima tre uomini. Due sono deceduti poco dopo l'arrivo a Roma mentre un altro, Simone P. ventinove anni di Anagni, lotta tra la vita è la morte nel reparto di rianimazione del policlinico 'Gemelli'. L'esatta ricostruzione dei fatti è ora al vaglio dei carabinieri di Fiuggi. La notizia ha sconvolto il mondo delle due ruote della provincia di Frosinone dove i due ragazzi erano molto conosciuti. Sotto choc le comunità di Anagni e Ceprano.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Maltempo, fiocchi bianchi nel Nord della Ciociaria. Ecco i comuni imbiancati (foto e video)

  • Cronaca

    Arrestati dai carabinieri due affiliati del clan "Schiavone" che si nascondevano nel capoluogo ciociaro

  • Attualità

    Scuola al freddo, sta per finire l'odissea del C.P.I.A

  • Cronaca

    Pico, panettiere furbetto si attacca abusivamente alla rete del gas, arrestato

I più letti della settimana

  • Cade nel vuoto da oltre 30 metri di altezza. Muore un operaio di Roccasecca

  • Cassino, bimbo di 2 anni rischia il soffocamento, salvato da un carabiniere fuori servizio

  • Muore cadendo nel vuoto, è Manuel Cipollaro la vittima dell’incidente sul lavoro

  • Maltempo, temperature in calo e nelle prossime ore occhio alle nevicate

  • Cassino, anziani presi a martellate, parla il figlio: "Vittime di una violenza che lascia senza fiato"

  • Cassino, impiegato comunale stroncato da un malore

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento