Anagni, in migliaia alla fiaccolata per riavere un ospedale funzionante (foto)

Il serpentone si è snodato per le vie del paese dietro lo striscione con la scritta: “Adesso basta, ora serve riaprire il pronto soccorso”. Presenti anche molti sindaci e rappresentanti della zona nord della provincia di Frosinone

Una folla sterminata di gente, migliaia e miglia di persone sono scese in strada nella serata di giovedì di 2 agosto al fianco del comitato "Adesso Basta" per riavere un ospedale, o meglio una struttura ospedaliere degna di questo nome nella città dei Papi. Dopo la raccolta firme che ha già superato quota 3000, un altro segnale importantissimo di quanto questa zona voglia avere un ospedale efficiente.

Il corteo

Il corteo si è snodato per le vie del centro storico dietro lo striscione con la scritta "Adesso basta, ora serve riaprire il pronto soccorso". Molti i sindaci della zona presenti, a cominciare ovviamente da quello anagnino Daniele Natalia e  tra questi, il Vescovo Loppa ed il consigliere regionale del Movimento 5 Stelle Loreti Marcelli ma soprattutto moltissima gente arrivata da tutto il nord della Ciociaria perché l’ospedale di Anagni, oggi diventato PAT, copre un bacino di utenza di oltre 80 mila persone.

Una manifestazione che sicuramente verrà ricordata per molto tempo e che speriamo posso far tornare indietro i politici che hanno preso questa “scellerata” decisione.

(foto tratte da facebook dalla pagina del movimento Adesso Basta)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Fiuggi, polemica social per la battuta infelice di Max Tortora ai “Soliti Ignoti”

  • Coronavirus, le prime ordinanze dei Sindaci ciociari: quarantena per chi arriva dal Nord

  • Cassino sotto choc, muore dopo un grave malore il professor Raffaele Di Mambro

  • Cassinate, muore a quarant'anni mentre guarda la tv

  • Comandante della Polizia Locale muore durante la sfilata dei carri del carnevale

  • Coronavirus a Colleferro, una giornata di allarmismi ingiustificati. Ecco cosa è successo

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento