Anagni, prima la pedina e poi la costringe a manovre pericolose con la sua auto. Arrestato stalker

Nelle ore scorse un uomo che lavora in un’azienda della città dei Papi è stato catturato dai poliziotti

Non passava giorno senza che la seguisse nel percorsso che la portava da casa a lavoro ed in più di qualche occasione era arrivato addirittura a farle fare delle pericolose manovre con la sua auto mettendo a repentaglio la sua vita.  Per questo motivo, nelle ore scorse, è stato arrestato uno stalker campano che lavorava in un’azienda ad Anagni in provincia di Frosinone.

Su disposizione della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Latina, è stata eseguita un’ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa dal Giudice per le Indagini Preliminari del Tribunale di Latina, nei confronti di T. B. ritenuto responsabile di comportamenti persecutori nei confronti di un’insegnante quarantatreenne di Mondragone (CE).

Le indagini, sono scaturite dalla denuncia presentata dalla donna presso il Distaccamento Polizia Stradale di Cellole (CE) a seguito dell’ennesimo pedinamento subito, interrottosi allorquando l’insegnante si è rifugiava presso l’ufficio di polizia mentre l’uomo la inseguiva a bordo della sua autovettura.

In tale circostanza la vittima riusciva a raggiungere l’ufficio di polizia e, in preda al panico, chiedeva aiuto al personale presente in quel momento. Le attività di indagine consentivano di indentificare il quarantunenne di Mondragone, e di cristallizzare i gravi indizi di colpevolezza a suo carico, consistenti in numerosi appostamenti presso l’istituto scolastico, ove lavora la vittima, ed in ripetuti pedinamenti lungo il percorso che collega la sua abitazione alla scuola.

Nel corso di questi pedinamenti l’uomo aveva più volte tentato di fermarla sino a costringerla a manovre pericolose per evitare la collisione. Le condotte moleste e le minacce sono continuate anche quando la donna era in compagnia del marito presso il centro commerciale “Panorama”di Formia (LT). Il persecutore, disegnatore tecnico affetto da patologie neurologiche e psichiatriche, veniva rintracciato dalla Polizia Stradale presso un’azienda di Anagni (FR) ove lavorava dallo scorso mese di giugno, per poi essere ristretto presso la casa circondariale di Frosinone.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Operazione “Gli Intoccabili”, arrestate altre cinque persone

  • Colleferro, operaio morto nella discarica: indagato l'autista del compattatore

  • Cassino, bus tampona compattatore dei rifiuti, grave l'autista (foto)

  • Colleferro, operaio muore all'interno della discarica di Colle Fagiolara

  • Piglio-Anagni, rifiuti e mazzette. Gare vinte grazie a soldi ed auto a noleggio al tecnico comunale

  • Cassino, 'movida' da panico tra grida, pugni e colpi di pistola in aria

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento