Anagni, in tre cercano di vendere delle pietre preziose ad un anziano ma la truffa viene smascherata

I truffatori prima hanno individuato l’uomo e poi l’hanno convinto della bontà dei loro gioielli ma sono intervenuti i carabinieri

Sventata la truffa delle false pietre preziose grazie all’intervento dei carabinieri della compagnia di Anagni. La tentata truffa si è materializzata nei giorni scorsi in pieno centro nella città dei Papi. Qui un uomo di 43 anni originario di Pomezia (con precedenti per reati contro il patrimonio) si è avvicinato ad un anziano del posto e si è presentato come un cittadino residente all’estero ed in possesso di un ingente quantitativo di “pietre preziose”.

Nella circostanza, mentre il 43enne faceva osservare alla vittima le sue “pietre preziose” si è avvicinato a loro un uomo che ha simulato un concreto interesse per i “diamanti”, la cui autenticità è stata addirittura confermata subito dopo dal secondo complice, il quale si è presentato come un esperto nel settore gemmologo.

L’anziano signore, dopo tutti questi giri di parole si è convinto della bontà dell’investimento ed era in procinto di recarsi presso uno sportello bancomat per prelevare del contante, con l’intento di acquistare una delle “gemme” ma i militari dell’Aliquota radiomobile, impegnati in un servizio di controllo del territorio, si sono accorti del tentativo di truffa e sono subito intervenuti riuscendo a bloccare il 43enne, mentre gli altri due si dileguavano. L’uomo è stato denunciato e dovraà rispondere di tentata truffa

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cassinate, muore a quarant'anni mentre guarda la tv

  • Due carabinieri investiti da una macchina che ha forzato il posto di blocco

  • Coronavirus a Colleferro, una giornata di allarmismi ingiustificati. Ecco cosa è successo

  • Coronavirus, dallo "Spallanzani'' azzerano per ora anche i presunti casi di Frosinone

  • Cassinate, nonna Teresa muore di crepacuore a distanza di poche ore dall'adorato nipote

  • Cassino, cade in un tombino lasciato aperto e si rompe la faccia

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento