Artena, continuano gli incontri di Impegno Civico in giro per la città

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO: Noi proponiamo un modo nuovo di fare politica ed il programma elettorale lo stiamo scrivendo con la partecipazione dei cittadini, per questo siamo andati ad incontrare i cittadini delle varie contrade:  in data 23/02/2014...

Armando Conti Artena

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO: Noi proponiamo un modo nuovo di fare politica ed il programma elettorale lo stiamo scrivendo con la partecipazione dei cittadini, per questo siamo andati ad incontrare i cittadini delle varie contrade: in data 23/02/2014 alle Macere, in data 08/03/2014 in contrada Selvatico, in 09/03/2014 in via Giulianello in data 14/03/2014 in contrada Valli in data, data 20/03/2014 in contrada Maiotini, in data 23/03/2014 al Centro Storico.

In merito al quest'ultimo incontro avuto domenica 23 marzo 2014, nei locali della Parrocchia di S. Croce, numerosi sono stati i partecipanti, che hanno sottolineato sia l’assenza d’interventi generali delle manutenzioni ordinarie, come sistemare l’impianto di pubblica illuminazione, la pulizia delle erbacce, la derattizzazione e la disinfestazione, dall’altro si chiede il completamento della metanizzazione, e della segnaletica stradale necessaria ai soccorritori di arrivare a destinazione.

Altre segnalazioni riguardano la messa in sicurezza di numerosi edifici abbandonati o pericolanti, come quelli di via del Municipio che mettono a rischio l'incolumità di chi transita in loro prossimità per la caduta dei coppi. I parapetti di muratura che delimitano le strade (i tipici muretti presenti nel centro storico), richiedono un controllo statico, come pure il completamento dei parapetti di sicurezza sul lato della prece. In alcune zone vengono buttati rifiuti che determinano piccole discariche a cielo aperto. La nuova strada di via della rinascita risulta carente della pubblica illuminazione e nel vicino parcheggio, si sono verificati atti di vandalismo, pertanto si chiedono l’intervento dei vigili, e l’installazione delle telecamere.

Altro problema è la rottura di una conduttura fognaria nei pressi e sotto la “Rocchetta” che malgrado sia stato comunicato a coloro che sono preposti al rispristino, il problema è ancora rimasto irrisolto.

E' stato ricordato che il rifacimento della pavimentazione di via Maggiore comporta rischi di allagamento le abitazioni dei piani terra e semi-interrati, in quanto non sono state previsti gli scoli delle acque meteoriche che esistevano al centro della strada e che per centinaia di anni hanno assolto alla loro funzione. Altro aspetto fortemente sentito è quello della mancanza all'interno del paese di servizi quali attività commerciali per la vendita di prodotti alimentari di utilizzo quotidiano ed altri come attività tipiche di artigianato e prodotti locali; per non dimenticare la totale assenza delle forze dell'ordine.

Sintetizzando i residenti del centro storico hanno presentato una situazione di totale abbandono e disinteressamento verso “Montefortino” da parte delle amministrazioni le quali si ricordano di loro solo in campagna elettorale con promesse di grandi opere sempre disattese.

Alcuni cittadini hanno fatto presente che per quanto riguarda le feste estive notturne organizzate al centro storico, ci sono stati spiacevoli inconvenienti davanti alle proprie abitazioni d’igiene sanitaria e chiedono per la prossima festa dei servizi igienici mobili ed un maggiore controllo da parte degli organizzatori sul rispetto degli orari, poiché si arriva fino alle 3, 4 del mattino, disturbando la quiete dei residenti.

COSA VOGLIONO:

Dopo un’ attenta e dettagliata analisi dell'attuale centro storico, i cittadini chiedono alla lista di Impegno Civico la sua visione del centro storico. Il candidato Sindaco Ing. Armando Conti chiede la partecipazione di tutti i cittadini a collaborare ed essere presenti nell'attività amministrativa futura, per trovare le soluzioni necessarie a riqualificare il centro storico, spiega che ci sono i finanziamenti per il rifacimento di tetti, facciate, infissi, ecc come quelli del Plafond Casa introdotto dalla Legge 24/2013, cui ha fatto seguito l’accordo tra Abi, Associazione bancaria italiana, e Cdp e che ha reso disponibili risorse finanziarie per 150.000.0000 € per ogni banca, ci sono poi i fondi ex-Gescal per il "Piano casa della Regione Lazio”, che sarà attuato non attraverso la realizzazione di nuovi alloggi, bensì attraverso il recupero di appartamenti già esistenti. Facendo leva su questi strumenti finanziari che saranno disponibili fino ad esaurimento, sarà possibile il recupero, la riqualificazione, e l’acquisto di invenduto da destinare all'emergenza casa. I cittadini hanno chiesto un altro incontro per valutare insieme le loro proposte, infine i cittadini non vogliono i parcheggi a pagamento.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'unica testimonianza positiva è stata fatta da un cittadino che ha fatto notare che i lavori svolti tanti anni fa in Via Roma e Via Vittorio Emanuele dall’ex Sindaco Emilio Conti (padre di Armando Conti) sono attualmente in ottime condizioni, perché sono stati realizzati a regola d'arte.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Alatri, tragedia a Tecchiena: scoppia bombola di gas e muore un anziano. Identificata la vittima

  • Coronavirus, le mappe del contagio: positivi e deceduti dei Comuni in provincia di Frosinone

  • Sesso in strada durante la quarantena, ragazza ciociara beccata e denunciata

  • Coronavirus, bollettino 25 marzo: morto, purtroppo, il 62enne frusinate Gaetano Corvo, docente in pensione

  • Coronavirus, muore dopo essere guarito dal Covid-19

  • Perde il controllo del grosso tir e si intraversa su via Palianese (foto e video)

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento