Artena, denunciate tre persone di Cisterna vendevano botti illegali  a Roma altri 230 kg sequestrati 

Sono proseguiti per tutta la giornata di ieri, fino a poche ore prima dei festeggiamenti per la fine dell’anno, i controlli dei Carabinieri a Roma e Provincia volti al contrasto della detenzione e della vendita illecita di materiale esplodente e...

Sono proseguiti per tutta la giornata di ieri, fino a poche ore prima dei festeggiamenti per la fine dell’anno, i controlli dei Carabinieri a Roma e Provincia volti al contrasto della detenzione e della vendita illecita di materiale esplodente e giochi pirici pericolosi, che hanno portato all’arresto di un cittadino straniero e alla denuncia di 5 persone, al sequestro di circa 230 kg di botti illegali o detenuti illegalmente, che vanno a sommarsi agli ulteriori 1226 kg di botti e alle altre 9 persone denunciate nei giorni scorsi, nell’ambito del piano straordinario di controllo dei Carabinieri del Comando Provinciale di Roma.

Nella tarda mattinata di ieri i Carabinieri della Stazione di Roma Casalbertone a seguito di un controllo di un esercizio commerciale, hanno denunciato a piede libero un 34enne italiano, per detenzione e vendita illegale di botti. Nel retrobottega i militari hanno rinvenuto circa 30 kg di materiale pirotecnico, di II e IV categoria, conservato all’interno di alcuni scatoloni, destinato alla vendita al dettaglio.

In via Ariana ad Artena, i Carabinieri della Compagnia di Frascati hanno denunciato 3 italiani, di 22, 25 e 59 anni, tutti residenti a Cisterna di Latina, per detenzione e commercio abusivo di materiale esplodente e porto illegale di materiale pirotecnico. I 3 stavano vendendo sulla strada bombe carta, razzi e fontane di fuoco, del peso di circa 100 Kg, sprovvisti di alcuna autorizzazione.

I Carabinieri della Stazione di Vicovaro nel corso di un controllo all’interno di un esercizio commerciale di casalinghi, gestito da un cittadino cinese, di 38 anni, hanno rinvenuto e sequestrato, ben occultati all’interno di un ripostiglio, circa 100 kg di materiale e giochi pirotecnici, di IV e V categoria, conservati all’interno di alcuni scatoloni, destinati alla vendita al dettaglio. Lo straniero nel corso del controllo ha tentato, più volte, di far desistere i militari, offrendo loro la somma di 500 euro, che aveva prelevato dal registratore di cassa. L’uomo è stato arrestato per istigazione alla corruzione e denunciato per il commercio abusivo di materiale esplodente.

ESQUILINO – CARABINIERI ARRESTANO CITTADINO BENGALESE TENTA DI RAPINARE UNA PASSANTE.

I Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia Roma piazza Dante hanno arrestato un cittadino del Bangladesh di 46 anni, nella Capitale senza fissa dimora, che in mattinata ha aggredito in strada, in via Principe Amedeo, una 60enne italiana nell’intento di strapparle dalle mani il portafogli.

I Carabinieri, in transito poco distanti, si sono immediatamente lanciati all’inseguimento dell’aggressore che, alla vista della pattuglia, ha mollato la presa sulla vittima tentando di far perdere le proprie tracce lungo le vie del quartiere Esquilino.

Dopo un breve inseguimento, il 46enne è stato acciuffato e arrestato con l’accusa di tentata rapina.

La vittima, oltre al grande spavento, ha riportato delle lievi escoriazioni ad un braccio che sono state medicate sul posto dal personale sanitario del “118” intervenuto su attivazione dei Carabinieri.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Roccasecca, la sua moto si scontra con un'auto e muore a ventotto anni

  • Weekend in Ciociaria, cosa fare sabato 12 e domenica 13 ottobre

  • Giovane vola giù dal balcone in piena notte e muore sul colpo

  • Scappa di casa con la figlioletta. Torna, la lascia con il padre e se va dal suo nuovo amore conosciuto in rete

  • Incidente sul lavoro, falegname si amputa tre dita di una mano, è grave

  • Anagni, prima la pedina e poi la costringe a manovre pericolose con la sua auto. Arrestato stalker

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento