Artena, i 4 candidati sindaco si confrontano in pubblico. Tanto clamore per cosa?

Dall'unico incontro tra i 4 candidati sindaco della città di Artena in vista delle prossime elezioni amministrative del 25 maggio ci si aspettava, sicuramente, molto di più soprattutto per quanto riguardava le fin troppo scontate domande fatte dai...

tavolo cand. sindaci

Dall'unico incontro tra i 4 candidati sindaco della città di Artena in vista delle prossime elezioni amministrative del 25 maggio ci si aspettava, sicuramente, molto di più soprattutto per quanto riguardava le fin troppo scontate domande fatte dai volenterosi sala ragazzi del blog artenaonline.it che hanno organizzato il tutto. Un incontro senza ritmo che si è dilungato oltre le due ore mezza con il pubblico che ha riempito la sala del palazzaccio (molti, ovviamente, erano i candidati delle varie liste) che a tratti è parso annoiato e stanco. I candidati Felicetto Angelini per insieme Artena Rinasce, Fabrizio De Castris per Artena cambia, Armando Conti Impegno Civico ed Adolfo Mele Cinquestelle hanno risposto alle domande in ordine sparso e molte volte le risposte sono state fin troppo simili. Da una parte è emersa la competenza del dott. Felicetto Angelini e dell’Ing. Conti soprattutto in tema di urbanistica, mentre le grandi novità di De Castris e dei Cinque Stelle hanno fatto fatica ad uscire fuori.

Di seguito un report, più fedele possibile, delle domande e delle risposte.

La prima domanda ha riguardato il Piano regolatore la variante a questo e lo sviluppo urbanistico della città.

Angelini. Vogliamo riprendere la variante per dare uno sviluppo sensato alla nostra città, ma per prima cosa dobbiamo uscire dall'ASP. Un carrozzone inutile che non serve nulla. Su 27 progetti ASP approvati non c’è stato senza un posto di lavoro per i nostri concittadini ed inoltre sono stati approvati ben con 34 mila metri quadri di cemento in centro. Quello che è stato, per il futuro basta con i progetti scellerati. La variante al piano regolatore va vista insieme e capito che sviluppo.

Conti. Prima di prendere in considerazione la variante vanno perimetrati tutti gli edifici che sono stati autorizzati in sanatoria. Vanno perimetrati e riportatati nel PRG. I progetti ASP portano altri problemi non risolvibili. Ci sono circa 70 milioni di euro di progetti ASP quasi tutti turistici ricettivi quindi vanno valutati con calma ma comunque dobbiamo uscire dall'ASP. Noi siamo per il piano strategico integrato nel quale abbiamo previsto due strade di collegamento con le zone più importanti della città. De Castris. L'urbanistica va trattata con cura e non con spot elettorali. No a questa variante ma il piano regolatore va contrattato insieme ai cittadini. Mancano i servizi comunitari e primari ed insieme va scelto dove farli e come farli con dei forum costanti ed incontri le scelte non vanno delegate agli amministratori ma fatte insieme. È strano che oggi si portino i progetti ASP come i problemi della città ed io ne sono amministratore e responsabile del procedimento vi assicuro che per il privato erano progetti importanti. Mele. Tutti insieme dobbiamo fare in modo che ci sia uno sviluppo imparziale e la variante va vista con dei tecnici con calma. Noi abbiamo una cubatura per 39 mila abitanti ma siamo 15 mila anche noi abbiamo fatto delle osservazioni contro i progetti asp. Siamo per l'uscita dall'ASP Seconda domanda: Quale sarà la vostra squadra di governo? Conti. La nostra squadra sarà interna e la comunicheremo dopo il voto De Castris. Abbiamo un idea ma non ci sembra opportuno dirla oggi. Sarà composta tra interni ed esterni perché ci sono personalità che vanno valorizzate Mele. I nostri assessori saranno scelti tramite bando pubblico aperto a tutti ed i curricula saranno valutati insieme con i cittadini e potranno essere interni ed esterni. Angelini. All'interno della mia lista abbiamo persone che sanno fare gli assessori e tutti saranno di Artena (cosa importante), non dovranno esserci conflitti d'interesse, competenze e disponibilità di tempo saranno fondamentali. Io poi li giudicherò e dovranno fare con un report semestrale da sottoporre ai cittadini Terza domanda sul funzionamento della macchina amministrativa che nonostante i 72 dipendenti comunali è inefficiente De Castris Il personale costa un quarto della bilancio. Vanno creati altri uffici come l'ufficio Europa che oggi è fondamentale. Va migliorato quello dei servizi sociali e quelli della manutenzione. Le 72 persone vanno motivate perchè loro hanno la grande fortuna di lavorare nella e per la nostra città ed il servizio verso la comunità va fatto con gentilezza. Mele Bisogna aggiornali perché le cose non è che vadano cosi male. La macchina è obsoleta e quindi non rende al massimo. Angelini. La macchina comunale va riorganizzata. Noi diciamo no al clientelismo e si al metodo ed alla bravura. Negli ultimi tre anni c’è stato un gioco dell'oca con lo spostamento di figure senza senso. I dipendenti debbono rivolgersi con cortesia al pubblico e basta con i consulenti esterni ma solo interni ma vanno informatizzati i servizi per la massima trasparenza. Oggi non c'è comunicazione tra uffici. Inoltre, le certificazioni si debbono scaricare da internet e senza file. Conti. L’ufficio Europa esiste nella provincia di Roma e quindi non serve mettermo anche al comune. La macchina va migliorata sicuramente ma gli impiegati sono bravi e preparati soprattutto nell'urbanistica ma i corsi di aggiornamento vanno fatti. Ci vorrebbe una App per smartphone dove trovare tutte le risposte. Altra domanda sul progetto parcheggio multipiano in piazza Valle Fini Angelini. Il progetto venne presentato con un plasticato costato 80 mila euro ma vi rendete conto. Noi ci opponemmo sin da subito, ben prima della raccolta delle firme. Il progetto per la nuova sede comunale in tutto c'è costato 300 mila euro e la firma messa l'8 novembre del 2013 dal commissario per 11 milioni di euro va cancellata immediatamente. Questo parcheggio non serve alla nostra città abbiamo sprecato 300 mila euro. Conti. Noi abbiamo raccolto, in poco tempo, oltre mille firme per revocare il progetto approvato dal commissario. Noi siamo per la revoca immediata e Valle Fini deve rimanere una piazza. Già sono stati spesi troppi soldi. De Castris. Iniziativa malsana che va ostacolata a tutti costi. Deve rimanere come luogo di socialità. Ci è già costato e ci costerà troppo fermo restando che i parcheggi servono.

Mele. Anche noi abbiamo raccolto le firme per fermare questo progetto. I parcheggi vanno realizzati fuori dal centro.

Altra domanda sulla problematica dei depuratori che non sono sufficienti per tutta la popolazione

Conti. Soluzione è quella della costruzione di un impianto di fitodepurazione a Valle Pisciana fatto dall'ACEA che gestisce il depuratore. I bandi per prendere i soldi sono stati fatti scadere ed ora il comune non ha più fondi.

De Castris. La legge ci lega le mani. Abbiamo aderito all'ATO 2 e quindi l'ACEA deve fare i lavori ed ha stanziato 5 milioni di euro per il raddoppio del depuratore di Valle Pisciana e completamento di alcuni tratti di fogne.

Mele. Problema creato da una cattiva progettazione passata che va risolto in tempi brevi.

Angelini. Quella dei depuratori è una situazione Kafkiana. Non possiamo aspettare tre anni ed attendere l'ACEA perché non ci sono le autorizzazioni per case e negozi ed il sindaco si deve opporre in maniera forte con contenzioso immediato alla ditta. Non si può far staccare l'acqua ad una famiglia. L’amministrazione passata non si è fatta sentire. Il depuratore non è sequestrato ma saturo perchè abbiamo fatto allacciare anche i cittadini di Colleferro e va allargato in 7 mesi senza attendere altro tempo. Problema urgente improcrastinabile.

Altra domanda sull'abolizione dei parcheggi a pagamento nel centro

De Castris. D'accordo nel toglierli anche pagando le penali perché è stata una scelta scellerata.

Mele. Abolizione immediata ma bisogna vedere la penale come è stata rimodulata con altri parcheggi lasciati a tempo

Angelini. Uno scandalo indecente un ruba ruba tra artenesi e noi ci siamo opposti sin da subito e vanno tolti. Vanno fatti dei parcheggi a lunga sosta ad un euro al giorno, fuori dal centro, e dove ora ci sono le strisce blu vanno fatti diventare con la prima ora a pagamento.

Conti. Io andrei cauto prima di dire aboliamo. Siamo per una posizione più pacifica: si vede quando scade il contratto e poi si valuta e non si rinnova il contratto. Ci vuole un piano urbano dei parcheggi serio per quando ci sono eventi grossi.

Altra domanda sulla rimodulazione del contratto per il trasporto urbano con la Lanna trasporti per quel che riguarda il trasporto pubblico locale

Mele è per la rivisitazione dei contratti

Angelini. Va rifatta una gara con nuove caratteristiche e non capisco perché il commissario non l'abbia fatto.

Conti. Importanza di un nuovo bando fatto bene

De Castris. Le norme vanno rispettate. Vanno fatti bandi corretti e vanno considerati anche formule sovra comunali con gli altri comuni a noi vicini.

L’ultima domanda è stata fatta dai ragazzi dell’ARCI Montefortino.

Entriamo nello specifico delle cose che non vanno come il Palazzetto da terminare o l’asilo San Marco che non viene utilizzato Angelini. La vergogna del palazzetto è stata nascosta per troppo tempo e nessuno sa il perche i lavori sono bloccati e ci sono state ruberie o è sbagliato il progetto o la ditta ha sbagliato e dobbiamo capire perché questo non viene terminato e nei primi cento giorni ci impegnano a farlo ripartire Conti. Abbiamo attirato l'attenzione su queste cose con un manifesto e va fatta una verifica della contabilità dei lavori pubblici sin dall'inizio 2004 è stato iniziato e mai terminato. De Castris. Siamo tutti d'accordo sul capire il perché di questo scempio sia ancora fermo. Va completato. C'è stato un bando nazionale ma non abbiamo risposto. Altrimenti si deve fare una tensostruttura per dare risposte alle nostre associazioni sportive e nei primi cento giorni ci impegniamo a farlo. Mele. Dalle altri parti in poco tempo si costruiscono queste opere mentre da noi no e la cosa è veramente scandalosa. DF

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Auto di lusso importate dall'estero, truffati politici e calciatori di caratura nazionale. 9 arresti in Ciociaria

  • Roccasecca, la sua moto si scontra con un'auto e muore a ventotto anni

  • Tre quintali di carne, pesce e salumi sequestrati al mercato. Ambulanti ciociari si scagliano contro i vigili urbani

  • Ecco il primo Burger King a Frosinone, apertura entro fine novembre

  • Fiuggi, botte alla mamma. Due sorelline la salvano con una videochiamata alla nonna

  • Omicidio Morganti, concessi i domiciliari a Paolo Palmisani. Tornerà a casa con il bracciale elettronico

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento