Esperia, motosega e forcone contro i carabinieri, arrestati padre e figlio

I due agricoltori, durante un controllo, hanno reagito violentemente fino al punto da aggredire i militari che non senza fatica li hanno immobilizzati

Hanno aggredito con delle pietre, una motosega, un forcone ed un'ascia i carabinieri intervenuti su segnalazione. Due uomini di Esperia, padre e figlio, già noti per reati contro la persona, sono stati arrestati e non senza fatica dai militari delle stazioni di Esperia e San Giorgio a Liri unitamente ai colleghi dell’Aliquota Operativa della Compagnia Carabinieri di Pontecorvo “violenza, minaccia e resistenza a pubblico ufficiale e lesioni personali”.

In carcere fino all'inizio del processo


Il pomeriggio di ordinaria follia si è concluso con il processo per rito direttissimo dei due dinanzi al Gup del tribunale di Cassino che ha convalidato lo stato di fermo, tramutandolo in arresto e disponendo la custodia in carcere dei due 'iracondi' agricoltori nella Casa circondariale di Cassino in attesa dell’udienza del 3 ottobre prossimo.


 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Arce, 42enne trovato privo di vita in un'auto. Ecco chi è la vittima

  • Bomba d’acqua nel nord della Ciociaria e tra Colleferro e Valmontone (video)

  • Cassino, è Guido Luciano il giovane trovato morto in un appartamento di via Garigliano

  • Mercoledì i funerali del camionista Francesco Spaziani, morto mentre si trovava in Francia

  • Mette due camionisti in cassa integrazione per assumerne altri in nero, imprenditore ciociaro sotto processo

  • Finti posti di lavoro per truffare lo Stato, nuovamente arrestati Marco e Marcello Perfili

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento