Alatri, preso l’uomo che ha lanciato il petardo allo stadio ferendo una persona

Un gesto assurdo che ha provocato il ferimento del dirigente del Ferentino Zera. Il 38enne del posto è stato denunciato e gli verrà dato il daspo

L’episodio di domenica scorsa dello scoppio violento del petardo che durante la partita di calcio tra l’Alatri ed il Ferentino che aveva ferito il dirigente di quest’ultima società sportiva Marcello Zera in poche ore aveva fatto il giro del web. Stamattina in carabinieri della stazione di Alatri dopo serrate indagini hanno individuato l’uomo che l’ha lanciato. Si tratta di un 38enne di Alatri già censito per reati inerenti agli stupefacenti, che è stato denunciato in stato di libertà per “lancio di oggetti pericolosi durante manifestazione sportiva” e “lesioni personali” e verrà proposto anche per il provvedimento di D.A.S.P.O.

Il dirigente giudicato  guaribile in sette giorni

Lo scoppio del petardo, avvenuto a circa 10 metri dalla panchina della squadra ospite, come accennato in alto ha provocato lo stordimento del team manager del Ferentino, che trasportato presso il locale ospedale “San Benedetto” per le cure del caso è stato giudicato guaribile in sette giorni.

Potrebbe interessarti

  • Minacce alla moglie, noto medico verolano sospeso dalla Asl di Frosinone

  • Il ricordo di Nadia Toffa: quella volta che parlò dei tumori della Valle del Sacco

  • Ferentino, gioca un euro al "Million Day" e si porta a casa un milione

  • Cassino, ecco le zone dove lunedì 19 e martedì 20 mancherà l'acqua

I più letti della settimana

  • Sora-Arpino, notte di sangue. Auto contro un muretto muore la giovane Stella Tatangelo (foto)

  • Sora, l'ultimo straziante saluto a Stella tra gli amici e le rose bianche (video)

  • Cassino-Formia, con l'auto sullo spartitraffico. Grave una ragazza di 24 anni

  • Trovato morto in un lago di sangue dall'anziana mamma

  • Con la moto contro un’auto, muore il 38 enne Giampaolo Tummolo nel giorno di San Lorenzo

  • Mangiano crema avariata in un ristorante, sette intossicati

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento