Maltempo, cinque sindaci danno l'ok al taglio di 100 alberi lungo la Casilina

I fusti, che verranno abbattuti nei prossimi giorni, si trovano nei territori di Aquino, Castrocielo, Piedimonte San Germano, Villa Santa Lucia e Roccasecca. Il lembo di strada, lungo 35 chilometri verrà inoltre messo in sicurezza con la pulitura dei canali di scolo.

La tragica morte di Rudy Colantonio ed Antonio Russo, seppur tardivamente, ha scosso gli animi e i sindaci di cinque comuni hanno stabilito, dopo una serie di sopralluoghi, di abbattere o mettere in sicurezza, gli alberi presenti nel tratto di via Casilina che è di loro pertinenza, un centinaio in tutto per 35 chilometri di strada. I primi cittadini di Villa Santa Lucia, Piedimonte San Germano, Castrocielo, Aquino e Roccasecca hanno fatto una sorta di censimento ed è emerso che molti dei fusti da abbattere sono pericolosamente a pianta larga come platani e querce. Un vero e proprio pericolo per chi, perdendo il controllo del mezzo, si ritrova a dover impattare con un simile ostacolo che molto spesso non lascia scampo. Quindi l'abbattimento pilotato non avrà il compito di scongiurare la caduta degli alberi ma anche quello di mettere ulteriormente in sicurezza una strada antica e dal difficile percorrimento quotidiano.

Le immagini della tragica morte di Rudy ed Antonio

La riunione

A confrontarsi, in un'apposita riunione, sono stati Libero Mazzaroppi, sindaco di Aquino, Giuseppe Sacco, sindaco di Roccasecca, Filippo Materiale, sindaco di Castrocielo, Gioacchino Ferdinandi, sindaco di Piedimonte San Germano e Antonio Iannarelli, sindaco di Villa Santa Lucia. Proprio in quest'ultimo Comune, lo scorsa, anno, e sempre in via Casilina, il cedimento di un pino, ha provocato il ferimento di un automobilista rimasto miracolosamente illeso. L'incontro è servito a mettere nero su bianco le difficoltà che ogni Amministrazione comunale tocca con mano quotidianamente ed a suggellare una sorta di alleanza. Chi ha necessità di una mano, può contare sull'aiuto dell'altro. Saranno inoltre ripuliti tutti i canali di scolo che costeggiano la strada. Questo per evitare allagamenti.

La tragedia

A sette giorni dalla tromba d'aria che ha messo in ginocchio il frusinate e provocato la morte di due giovani, schiacciati sotto il peso di un pino all'interno della loro macchina, mentre percorrevano via Casilina a Castrocielo, la politica ha compiuto i primi passi. Unitamente alla Procura della Repubblica che ha avviato un'indagine al momento contro ignoti ma con l'accusa di 'omicidio colposo plurimo'

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Auto di lusso importate dall'estero, truffati politici e calciatori di caratura nazionale. 9 arresti in Ciociaria

  • Tre quintali di carne, pesce e salumi sequestrati al mercato. Ambulanti ciociari si scagliano contro i vigili urbani

  • Ecco il primo Burger King a Frosinone, apertura entro fine novembre

  • Fiuggi, botte alla mamma. Due sorelline la salvano con una videochiamata alla nonna

  • Omicidio Morganti, concessi i domiciliari a Paolo Palmisani. Tornerà a casa con il bracciale elettronico

  • Cassino, è Antonio Pecchia il disabile trovato morto in casa (foto e video)

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento