Cassino, autista ferito e trasferito dopo ore: esposto dei familiari contro il pronto soccorso

B.P. attualmente ricoverato in condizioni critiche al policlinico 'Umberto Primo', dopo l'incidente con il bus, secondo quanto contestato anche in una video denuncia di Dragonetti, sarebbe rimasto al 'Santa Scolastica' senza assistenza

Ha messo 'nero su bianco' il dramma vissuto dal suo congiunto che per sei ore sarebbe rimasto, senza alcuna assistenza, nella sala rossa del pronto soccorso di Cassino. Un esposto presentato presso la caserma dei carabinieri di Cassino e firmato dal fratello, di B.P l'autista del bus rimasto gravamene ferito nell'incidente avvenuto nel pomeriggio di ieri lungo la Casilina in direzione Cervaro, servirà ai militari del capitano Ivan Mastromanno e del tenente Massimo Di Mario a capire cosa sia realmente accaduto.

Le immagini del drammatico incidente

Il pericolo di vita

Nel documento viene rimarcata la gravità delle condizioni del paziente che, una volta arrivato a Roma, è stato sottoposto ad un primo intervento chirurgico. I medici hanno dovuto però informare la famiglia che a causa della fortissima perdita di sangue le condizioni dell'uomo erano critiche. Ma a sollevare il polverone mediatico è stato il segretario provinciale del movimento dello Scarpone, Niki Dragonetti.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La denuncia social

"A seguito del videomessaggio-denuncia registrato sulla mia pagina Facebook, un esposto è stato presentato presso la caserma dei carabinieri di Cassino dal fratello dell'autista rimasto coinvolto nel drammatico incidente avvenuto lungo la Casilina. Il familiare ha chiesto ai militari di accertare se la procedura di entrata e di assistenza al congiunto, classificato come codice rosso, sia stata messa in atto in tutta la sua completezza. Il trentenne, residente a Caira, padre di quattro bambini, è rimasto nella sala rossa del 'Santa Scolastica' per sei ore in attesa del trasferimento a Roma. Delle presunte e gravi mancanze a danno del paziente, che ha riportato gravissime lesioni agli arti inferiori, si stanno ora occupando, su mia sollecitazione il vice ministro alla Sanità, senatore Pierpaolo Sileri, il vice presidente commissione sanità Regione Lazio, onorevole Loreto Marcelli, il presidente della XII Commissione regionale Lazio, onorevole Sergio Pirozzi e l'onorevole Pasquale Ciacciarelli. Alle autorità politiche ho chiesto di procedere con un'interrogazione in aula, con l'audizione in commissione del direttore sanitario del 'Santa Scolastica' di Cassino, il dottor Fabi. Ho chiesto inoltre l'attivazione di una commissione d'inchiesta regionale e l'invio degli ispettori del ministero della Sanità".

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Frosinone usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Malore fatale lungo la strada per Montecassino, muore Enio Spirito

  • Pontecorvo, muore giovane finanziere, comunità sotto choc

  • Ceccano, è Marcello Pisa il morto trovato nel carrello. Nuovi dettagli raccapriccianti

  • Ceccano, Marcello Pisa morto non lontano dal carrello in cui è stato trovato

  • Cassinate, terribile schianto nella notte: grave coppia di fidanzati

  • Scandalo alla Croce Rossa, il presidente denuncia ammanchi per 300 mila euro

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento