Cassino, uso improprio della macchina del sindaco, scattano le indagini

I carabinieri stanno vagliando se il consigliere comunale Iovine abbia commesso il reato di peculato d'uso utilizzando l'auto sulla quale è stata fatta salire una donna misteriosa

L'uso improprio dell'auto istituzionale del sindaco di Cassino potrebbe far finire nei guai il consigliere comunale Paolo Iovine e la misteriosa donna che sedeva nei sedili posteriori. I carabinieri della Compagnia di Cassino, infatti, stanno vagliando se quanto raccontato e filmato dal videomaker Giorgio Pistoia in un servizio televisivo trasmesso sul canale Tanfuk corrisponda alla verità. 

I fatti

L'operatore satirico la sera di giovedì 29 novembre mentre era in corso il consiglio comunale ha filmato l'arrivo della Thesis Lancia in uso al sindaco. Dalla macchina, una volta parcheggiata dal conducente (un vigile urbano in regolare servizio), sono scesi il consigliere comunale di maggioranza Paolo Iovine e una misteriosa donna incappucciata che alla vista della telecamera è fuggita. Inseguita dal videomaker ha ammesso di non far parte della Giunta comunale e di non essere una dipendente.I Il video pubblicato sui social ha dato vita ad una vera e propria baraonda di commenti ed ipotesi.

Le indagini

Proprio per fugare ogni dubbio gli investigatori dell'Arma hanno acquisito il filmato. Ora dovranno essere ascoltati i diretti interessati che potranno dimostrare la loro buona fede anche se l'auto di servizio, come previsto dal regolamento, può essere data in uso solo ed esclusivamente ad una rosa di persone e non ad un consigliere comunale anche autorizzato dal sindaco. In questo caso oltre che al consigliere però sulla macchina viaggiava anche una persona estranea. Anche in questo caso, come per Iovine, se il sindaco ha dato l'autorizzazione, potrebbe a sua volta aver commesso il reato di peculato d'uso improprio. 

L'interrogazione

Il consigliere comunale e capogruppo di minoranza Mario Abbruzzese ha presentato un'interrogazione al sindaco Salera nella quale chiede: "quali iniziative intende prendere per la tutela del libero dibattito politico, e dei  suoi esponenti; se l'amministrazione comunale abbia intenzionedi contribuire a perseguire, penalmente e civilmente, gli autori di gesti così ignobili; quali atti vuole porre in essere per migliorare il dialogo e la comprensione fra i cittadini di Cassino, che vivono un momento di eccezionale tensione socio-politica".  

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La conferenza stampa

Il primo cittadino Enzo Salera ha deciso di indire una conferenza stampa per fare chiarezza sulla questione. Intanto ha già rassicurato: “Tutto si è svolto nella più assoluta regolarità”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lotta alla prostituzione sullo stradone Asi. Multe a meretrici e “papponi”

  • Donna rom occupa appartamento di un anziano deceduto, i vicini si ribellano: scoppia la baraonda

  • Cade in dirupo sui monti di Terelle, corsa contro il tempo dei soccorritori

  • Centraline per auto contraffatte, azienda ciociara nei guai: 29 denunciati

  • Maxi operazione anticamorra, un arresto in provincia di Frosinone

  • Cassinate, schianto lungo la Casilina, un'auto ribaltata e un furgone distrutto (foto)

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento