Cassino, detenuto aggredisce con violenza un poliziotto penitenziario e lo manda in ospedale

L’assistente capo è stato portato in ambulanza al Santa Scolastica dove ha trascorso tutta la notte sotto osservazione

Un’altra aggressione nei carceri ciociari. Venerdì sera, verso le 22-22.30, un detenuto del carcere di Cassino italiano di origine campane, con problemi psichiatrici, è andato in escandescenza, era uscito per recarsi in infermeria, e senza alcuna motivazione ha aggredito il personale che era in servizio in sezione. L'assistente Capo è stato portato con ambulanza in ospedale a Cassino.  Attualmente, da quanto apprendiamo, è ancora ricoverato.

La solidarietà della Fns Cisl Lazio

“Attualmente – spiega in una nota il Segretario Generale aggiunto CISL FNS F.to Massimo Costantino - il carcere di Cassino risulta sovraffollato di più 107 detenuti, previsti regolamentari dovrebbero essere 203 detenuti ma presenti sono 310- dato 31/01/2019 fonte ministero giustizia. Per la Fns Cisl detenuti con problemi psichiatrici non dovrebbero stare in carcere ma curati in altro luogo. Solidarietà al personale coinvolto da tutta la Fns Cisl Lazio”.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Roccasecca, la sua moto si scontra con un'auto e muore a ventotto anni

  • Weekend in Ciociaria, cosa fare sabato 12 e domenica 13 ottobre

  • Giovane vola giù dal balcone in piena notte e muore sul colpo

  • Fiuggi, botte alla mamma. Due sorelline la salvano con una videochiamata alla nonna

  • Omicidio Morganti, concessi i domiciliari a Paolo Palmisani. Tornerà a casa con il bracciale elettronico

  • Alatri, l'ultimo e straziante saluto a Marco Cialone

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento