Cassino, insospettabile cuoca arrestata, nascondeva in casa un chilo di cocaina

La brillante operazione messa a segno dai militari del Norm della Compagnia dei Carabinieri. La sessantenne è stata rinchiusa nel carcere di Rebibbia

foto di repertorio

Nascondeva in casa un ingente quantitativo di cocaina, quasi un chilo. Un'insospettabile cuoca di sessanta anni, residente nel quartiere San Bartolomeo a Cassino, è stata arrestata dai carabinieri del Norm della Compagnia. Gli investigatori del capitano Ivan Mastromanno e del tenente Massimo Di Mario, erano sulle sue tracce da giorni.

Il ruolo da custode

Ieri con l'ok della magistratura sono passati all'azione. La perquisizione in casa ha dato i risultati sperati. La donna svolgeva il ruolo di 'custode' per conto di qualche gruppo criminale perché senza precedenti penali. A.M. classe 1960, dopo l'identificazione, è stata trasferita nel carcere romano di Rebibbia. 

Seguono aggiornamenti

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Fiuggi, polemica social per la battuta infelice di Max Tortora ai “Soliti Ignoti”

  • Coronavirus, le prime ordinanze dei Sindaci ciociari: quarantena per chi arriva dal Nord

  • Cassinate, muore a quarant'anni mentre guarda la tv

  • Cassino sotto choc, muore dopo un grave malore il professor Raffaele Di Mambro

  • Coronavirus a Colleferro, una giornata di allarmismi ingiustificati. Ecco cosa è successo

  • Cassinate, nonna Teresa muore a distanza di poche ore dall'adorato nipote

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento