Cassino, evade i domiciliari e poi finge di essere malata

Giovane donna scoperta e nuovamente arrestata dai carabinieri

Finge di essersi sottoposta ad una visita medica urgente per evitare di essere arrestata per evasione. L’escamotage messo in atto da una donna residente a Cassino, agli arresti domiciliari, non ha però ingannato i carabinieri che hanno svolto le verifiche del caso e l’hanno poi arrestata. 

La vicenda ha avuto inizio l’altra notte quando, i militari della Compagnia di Cassino, coordinati dal tenente Grio, sono arrivati a casa della 26enne per il consueto giro di controllo. Non trovandola hanno avviato delle ricerche fino a quando la donna non è stata rintracciata, nei pressi del quartiere dove vive, mentre si trovava all’interno di un auto in compagnia di altre persone.

A quel punto la ragazza, non sapendo come giustificare l’assenza da casa, ha dichiarato di essere stata presso uno centro medico per essere sottoposta ad una visita specialistica  e di essere   stata regolarmente autorizzata. A seguito degli  immediati riscontri, è emerso però che la donna, non curante delle prescrizioni imposte dall’Autorità Giudiziaria, si era allontanata arbitrariamente dalla sua abitazione per fare  una  passeggiata. Una leggerezza che l’ha portata ad essere nuovamente arrestata ma questa volta per il reato di evasione.

 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bimba tolta alla madre, irruzione dei poliziotti nella casa famiglia

  • Arce, 42enne trovato privo di vita in un'auto. Ecco chi è la vittima

  • Suora indagata, un'altra mamma racconta: "faceva dormire mia figlia nel letto intriso di urine"

  • Marco Luccarelli è scomparso da una settimana. L'appello del padre: "aiutatemi a ritrovare mio figlio"

  • La moglie muore in ospedale, il marito indagato per maltrattamenti e lesioni

  • “Vivo con le volpi dentro casa”. Con i lavori al polo logistico colleferrino gli animali scappano in cerca di cibo (video)

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento