Cassino, si finge animalista per far liberare un cane appena catturato. 47enne denunciata

La donna aveva avuto un alterco con gli accalappiacani della Asl che avevano preso l’animale che nei giorni precedenti aveva ferito un uomo

Si era fatta paladina di un cane randagio che era stato appena catturato dagli accalappiacani inviati dalla ASL e dicendo di appartenere ad un movimento animalista aveva fatto liberare l’animale che nei giorni precedenti sempre a Cassino aveva morso un cittadino e lo aveva mandato in ospedale.

La denuncia

Nelle ore scorse i carabinieri della città martire hanno rintracciato la 47enne residente in città e l’hanno denunciata per “interruzione di un pubblico servizio”. La donna dopo aver fatto liberare l’animale si era allontanata senza fornire le proprie generalità al personale delegato dall’ASL, veniva successivamente identificata dai militari mediante l’escussione di testimoni che avevano notato l’accaduto.

Il furto di acqua

Sempre a Cassino, i militari della locale Stazione, hanno denunciato in stato di libertà una 49enne del luogo, per “furto aggravato di acqua”. I militari operanti, intervenuti unitamente al responsabile di zona della società Acea Ato 5 presso l’abitazione della prevenuta, constatavano che la stessa aveva sostituito il contatore dell’acqua della propria abitazione con due misuratori applicati in assenza di autorizzazione della predetta società, sottoposti a sequestro.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Auto di lusso importate dall'estero, truffati politici e calciatori di caratura nazionale. 9 arresti in Ciociaria

  • Tre quintali di carne, pesce e salumi sequestrati al mercato. Ambulanti ciociari si scagliano contro i vigili urbani

  • Ecco il primo Burger King a Frosinone, apertura entro fine novembre

  • Omicidio Morganti, concessi i domiciliari a Paolo Palmisani. Tornerà a casa con il bracciale elettronico

  • Sora, poliziotti presi a pugni e feriti durante un posto di blocco

  • Dopo 36 anni, niente rinnovo del passaporto per una multa da 50 mila lire

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento