Cassino, individuato nel fiume Gari il corpo di Liliana Mignanelli (foto)

I sub dei Vigili del Fuoco hanno notato la sagoma della donna ad alcuni metri di profondità incagliata tra alghe e tronchi. Si sta procedendo al recupero alla presenza del capitano dei carabinieri Ivan Mastromanno

Il momento del recupero

E' stato individuato a tre metri di profondità incastrato tra detriti, tronchi e alghe, il corpo di Liliana Mignanelli, la donna di cinquantatre anni residente in contrada Selvone nella frazione di Sant'Angelo in Theodice e caduta nel fiume Gari nella giornata di mercoledì 30 aprile. La presenza del corpo è stata notata dai sub dei Vigili del Fuoco che da oltre una settimana stanno lavorando per poter individuare i resti della poveretta. Sul posto oltre che i Vigili del Fuoco anche i carabinieri della Compagnia di Cassino ed il comandante Ivan Mastromanno che sta assistendo alle operazioni di recupero che dovrebbero concludersi a breve.

Le immagini della tragedia

seguono aggiornamenti

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Fiuggi, polemica social per la battuta infelice di Max Tortora ai “Soliti Ignoti”

  • Coronavirus, le prime ordinanze dei Sindaci ciociari: quarantena per chi arriva dal Nord

  • Cassino sotto choc, muore dopo un grave malore il professor Raffaele Di Mambro

  • Cassinate, muore a quarant'anni mentre guarda la tv

  • Comandante della Polizia Locale muore durante la sfilata dei carri del carnevale

  • Maltempo, in arrivo vento forte e neve sulle colline della Ciociaria

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento